mercoledì 19 dicembre 2012

Trippa con pancetta e scalogno

Sul blog FastPaleo ho trovato una ricetta di trippa con pancetta e scalogno che riporto e traduco dall'inglese per la gioia di chi ama i sapori insoliti.
Ingredienti: mezzo chilo di trippa, quattro fette spesse di pancetta, tre scalogni, tre spicchi di aglio, un cucchiaino di prezzemolo secco, olio di oliva, sale e pepe. Si comincia col soffriggere la pancetta nell'olio d'oliva. Appena questa sarà dorata si aggiunge l'aglio tritato e lo scalogno a fettine sottilissime e si continua a rosolare dolcemente. Si aggiunge quindi il prezzemolo secco, la trippa precedentemente bollita e tagliata a listerelle, e si aggiusta di sale e pepe a piacere. Si continua a saltare il tutto in padella fino a quando il grasso della pancetta non si sarà distribuito bene sulla trippa. A questo punto si copre e si lascia cuocere per un altro quarto d'ora prima di servire a tavola.

sabato 1 dicembre 2012

Ravioli di trippa al profumo di zafferano

Segnatevi la data: venerdì 14 dicembre Slow Food Siena festeggerà il salone internazionale del gusto Terra Madre proponendo una serie di specialità gastronomiche, fra le quali anche ravioli di trippa al profumo di zafferano. La cena si svolgerà presso la Taverna di Vagliagli, realtà affermata nel borgo a nord di Siena, con un menu intrigante all'insegna della stagionalità che prevede (antipasti) crostino nero senese, collo di gallina ripieno con salsa verde, insalatina di carciofi e scaglie di parmigiano, spiedino di lumache, carpaccio di cervo; (primi piatti) raviolo di trippa al profumo di zafferano, risotto alla beccaccia; (secondi piatti) piccione vecchia maniera con crostino delle sue rigaglie, tagliata di maialino Grigio Brado con cipolle sotto cenere; (dolci) tortino al cioccolato, peschina, pinolatina. Il menù potrebbe subire variazioni a seconda della disponibilità dei prodotti di stagione. Le prenotazioni possono essere fatte chiamando il 345.3345237.

mercoledì 21 novembre 2012

La grande strippata

Presso il bar ristorante della Società Cooperativa Agricola di Legnaia (via di Sollicciano 13a, 50142 Firenze, tel. 055.7358277) venerdì 23 novembre alle ore 20 si terrà l'appuntamento gastronomico "La grande strippata". Il menù prevede crostini toscani, riso col lampredotto, trippa alla fiorentina, lampredotto con salsa verde, acqua, vino rosso e caffè, il tutto al prezzo di 19 euro a persona. La prenotazione è obbligatoria.

sabato 17 novembre 2012

Morzello.it

Con il patrocinio dell'Accademia della Trippa è stato riaperto su Internet questa settimana Morzello.it. Originariamente curato dalla Antica Congrega dei Tre Colli, il sito si ripropone con una nuova grafica, elegante e di semplicissima navigazione, ed è dedicato esclusivamente alla tipica specialità di trippa di Catanzaro. La leggenda vuole che il morzeddhu, sia stato inventato durante il periodo natalizio da una donna dalle mille risorse che, rimasta sola dopo aver perso il marito, e lavorando per tirare avanti la famiglia come addetta alla pulizia del cortile del macello, non avendo niente da mangiare per le feste, preparò una zuppa di "carne" utilizzando le frattaglie che altrimenti sarebbero state destinate alla discarica.

sabato 3 novembre 2012

Trippa alla montalcinese da Bagoga

"Bagoga" é una parola dialettale ed un nomignolo che i senesi, quelli di città, affibbiano a coloro che provengono dalle terre di Montalcino. Pierino Fagnani parte giovanissimo da Montalcino ed approda a Siena. Viene attratto prima dai clamori del Palio come fantino e parallelamente "ruba" un po' alla volta l'arte della cucina senese. Ed ecco che, mentre la carriera di fantino finisce presto, la carriera di cuoco ha portato "Bagoga" ai massimi livelli. Giovedì 8 novembre Fagnani, nel suo ristorante Grotta di Santa Caterina (via della Galluzza 26, Siena, tel. 0577.282208), proporrà un menu tipico ilcinese che comprende anche la trippa alla montalcinese. Nell'occasione verrà presentato anche il vino "Gambassino" la cui etichetta è stata disegnata Daniele Cestari, architetto e pittore ferrarese che ha esposto anche alla Biennale di Venezia. La prenotazione deve essere fatta direttamente al ristorante. Il prezzo dell'evento è di 35 euro (28 euro per i soci Slow Food).

venerdì 2 novembre 2012

Cisrà e Fiera dei Santi a Dogliani


Da oggi a domenica 4 novembre Dogliani, in provincia di Cuneo, apre le porte alla cisrà ed alla Fiera dei Santi. A partire dal 1600, nei pressi della chiesa della Confraternita, si tiene un’antica consuetudine che gli amanti della buona tavola non possono mancare: la distribuzione della cisrà, minestra di trippe e ceci realizzata secondo un’antica ricetta. Si racconta che anticamente proprio a Dogliani, durante la Fiera dei Santi, i membri delle Confraternite dei Battuti fossero soliti offrire una ciotola fumante di questa zuppa ai fedeli, stanchi ed affaticati, che giungevano alla fiera dopo aver percorso a piedi lunghissime distanze per poter partecipare alle funzioni religiose e all’ultimo mercato prima della stagione invernale. Una folla numerosa proveniente da tutta la regione percorre, ancora oggi, la lunga fila in attesa delle fumanti tazze di terracotta con la famosa cisrà. La bontà di questa zuppa è dovuta all’impegno di tanti volontari che per giorni si avvicendano nei preparativi, al clima di buona compagnia, ai positivi umori e anche ad un po’ di goliardia che fa sì che fin dall’una di notte i doglianesi si alternino ai pentoloni per rimestare la profumata minestra. Le verdure che compongono questa deliziosa zuppa, sono le eccellenze del gusto che questa terra produce, perché provengono direttamente dagli orti dei produttori che partecipano al Mercato dei Contadini delle Langhe e, tra gli ingredienti, non possono certo mancare i famosi ceci di Nucetto. A partire dalle prime ore del mattino un inebriante profumo di minestra invade le vie del paese e richiama i primi visitatori ad avvicinarsi: diviene quasi obbligo sedersi sotto l’ala a gustare la calda scodella di cisrà accompagnata da un bicchiere di vino locale. La cisrà viene distribuita a partire dalle ore 8.30 fino ad esaurimento delle scorte. Anche quest’anno sarà possibile acquistare la scodella, pezzo da collezione, che è l’utensile tipico nel quale viene servita questa minestra. I visitatori si troveranno in questo angolo di Langa tra colline di vigneti che stanno cambiando i loro colori, diventando più caldi aiutando i palati a gustare i piatti della tradizione che in questo periodo sono tanti e dai sapori importanti. La cisrà e la Fiera dei Santi sono una ricorrenza autunnale importante per Dogliani e si è conquistata la meritata fama di fiera autenticamente popolare la cui notorietà supera ampiamente i confini piemontesi. In particolare sono due le cose che fanno della fiera una manifestazione conosciuta a livello nazionale: sicuramente l’immancabile cisrà e poi la grande fiera commerciale destinata all’ambulantato, con più di trecento espositori che affollano la parte bassa del paese, il Borgo. Nei pressi dell'antica ala si svolge inoltre uno dei mercati più autentici della Langa: il mercato del tartufo e di tutti i prodotti che compongono la squisita cisrà. Non mancano poi esposizioni di artigianato artistico, auto e macchine agricole, delle quali la città è allegramente "invasa" fin negli angoli più reconditi e lontani. L’antica zuppa sarà protagonista ancora per un’intera settimana presso i migliori ristoranti di Dogliani. Per maggiori informazioni si può contattare l'Ufficio turistico di Dogliani (tel. e fax 0173.70210).

lunedì 29 ottobre 2012

Trippaburger a Parigi

Appuntamento a Parigi dal 12 al 16 novembre per l'arrivo del Tripes Truck in città. L'insolita iniziativa, almeno per quanto riguarda la tradizione del cibo di strada locale, viene promossa da Interbev, l'associazione francese che sta dietro a Les Produits Tripiers, sito dedicato alla promozione delle frattaglie. Fra le specialità proposte dal "furgone del trippaio" parigino anche la degustazione di tripes burgers, hamburger di trippa.

domenica 21 ottobre 2012

Cisrà rivisitata per Halloween

Sul blog 100piatti, un sito che propone ricette e piatti per le cucine italiane di oggi, ho trovato una ricetta della tradizione piemontese, la cisrà, rivisitata con qualche piccola variante per farla diventare un piatto unico, ricco di sapori, dedicato ad Halloween, la festa delle streghe del 31 ottobre. Tra gli ingredienti di base l'autore ha usato i ceci neri, secondo la ricetta originale antichissima che proveniva dal Medio Oriente.
ZUPPA DI CECI NERI,
TRIPPA E ZUCCA

Ingredienti: 400 grammi di trippa, 400 grammi di porri, 200 grammi di patate, 300 grammi di ceci neri (o bianchi) già cotti o 200 grammi di ceci secchi, 2 gambi di sedano, 1 fetta grande di zucca gialla, qualche foglia di cavolo nero, 1 cipolla rossa o gialla grande, 1 scalogno, sale e pepe, rosmarino, alloro, ginepro, 1 cucchiaino di cumino, olio extravergine di oliva, crostini di pane per servire. Tempo di preparazione: una notte di ammollo per i ceci e venti minuti. Tempo di cottura: due/tre ore. Occorrente: una pentola alta e larga, cucchiai e mestoli di legno. La sera prima mettete i ceci in una pentola, riempitela d'acqua, aggiungete un cucchiaino di bicarbonato e lasciate fino al mattino dopo. Il giorno dopo lavate bene tutte le verdure e gli odori, tagliate la cipolla e le patate in pezzi grandi, i porri e il sedano a fettine sottili, la zucca a cubetti. Eliminate l'acqua dai ceci, sciacquateli e scolateli. Tagliate a pezzetti la trippa già pulita. In una padella grande fate imbiondire in qualche cucchiaio d'olio la cipolla, lo scalogno, poi aggiungete i porri, le patate, il sedano, il cavolo, la zucca. Saltate per cinque minuti a fuoco vivace poi aggiungete la trippa e i ceci mescolando bene per far assorbire i sapori. Trasferite nella pentola, a fuoco vivace, aggiungete acqua fino a tre dita dal bordo della pentola, l'alloro, il rosmarino, le bacche di ginepro. Portate a bollore e poi abbassate la fiamma e lasciate cuocere per almeno due ore, semi-coperta, mescolando di tanto in tanto. Nel frattempo preparate i crostini di pane in forno. Trascorso il tempo di cottura, spegnete il fuoco e aggiungete il cucchiaino di cumino, salate, aggiungete il pepe, tre cucchiai di olio. Servite la cisrà in scodelle larghe disponendo i crostini di pane immersi per metà. Irrorate con un filo d'olio.

mercoledì 17 ottobre 2012

Sagra della trippa a Karachi

Una notizia di cronaca apparsa recentemente sul quotidiano pakistano "The Express Tribune" riporta il braccio di ferro tuttora in corso tra il sindaco di Karachi e gli addetti alla pulizia stradale dei quartieri di Saddar e di Lyari che, ormai in arretrato di tre mesi sullo stipendio, hanno deciso di scioperare lasciando tonnellate di frattaglie per strada. I resti animali sono i risultati di tre giorni di sacrifici in occasione di una festività religiosa locale.

sabato 13 ottobre 2012

Servizio sulla trippa su Sale & Pepe

È in edicola il numero di ottobre del mensile di cucina "Sale & Pepe". Il numero di questo mese contiene un servizio dedicato alla trippa, intitolato "Come in tripperia" a cura di Enza Dalessandri, con ricette e styling di Beatrice Spagoni e fotografie di Michele Mulas.

mercoledì 10 ottobre 2012

Lampredotto a Livorno

Uno "scacco matto alle tradizioni culinarie locali": così l'articolo di Anna Cecchini apparso sul quotidiano "Il Tirreno" nella cronaca di Livorno commenta il cambio di gestione dello storico chiosco sul lungomare proprio di fronte ai Quattro Mori, che offrirà ben presto panini col lampredotto. Ringrazio Massimo Presciutti per la simpatica vignetta.
L'ORCO LASCIA
IL POSTO AL TRIPPAIO

Dopo aver conquistato il Mercato centrale ha deciso di puntare dritto al cuore della livornesità. Così davanti ai Quattro Mori, monumento simbolo della città e delle sue tradizioni, spunterà presto un chiosco per la vendita di trippa e lampredotto. Dove c'era "L'Orco", la minuscola baracchina che intere generazioni di livornesi hanno apprezzato per i panini extra-strong, sorgerà infatti "Il trippaio". A rilevare lo storico chiosco, presente all'incrocio fra via Cialdini e via dell'Arsenale già agli inizi del Novecento, il titolare di Foodoc italiano, il fast food che dalla scorsa primavera ha aperto i battenti all'interno del Mercato centrale. Un fast food atipico, dato che al posto di dozzinali hamburger e hot-dog offre agli amanti del buon cibo prelibatezze a base di trippa e lampredotto. Se già l'arrivo di Foodoc al Mercato centrale poteva apparire come la sfida della trippa al cacciucco, lo sbarco del chiosco sul lungomare cittadino, oltretutto a rimpiazzare un luogo culto della gastronomia livornese in veste mordi e fuggi, è davvero uno scacco matto alle tradizioni culinarie locali. A sfidare i gusti dei livornesi è Tommaso Trapani, discendente della Nuova Tripperia Fiorentina, nata a Firenze, in San Frediano, nel 1830. La famiglia di Tommaso fa produzione artigianale di trippa e lampredotto da cinque generazioni e vende alle macellerie, ma anche alle grandi catene come Coop ed Esselunga, oltre a venderla nel chiosco che la Nuova Tripperia ha in via Sant'Antonino a Firenze. L'anno scorso l'arrivo del trippaio in città, con l'inaugurazione del fast food Foodoc Italiano al Mercato centrale. Ora la nuova postazione davanti ai Quattro Mori. "Cercavo una collocazione strategica" - dice Trapani - "e credo che quella davanti al monumento storico di Livorno lo sia davvero. Dato che il vecchio proprietario del chiosco chiudeva l'attività, ho deciso di rilevarla".

martedì 9 ottobre 2012

Cucina il mogodu e viene multato

Il popolare disc-jockey Thabo Molefe, in arte T-Bo Touch, personalità di spicco della radio sudafricana Metro FM è stato multato per aver cucinato il mogodu, una delle tradizionali ricette africane di trippa: i suoi coinquilini si sono infatti lamentati per l'odore proveniente dal lussuoso superattico di New York ed hanno chiamato la polizia. T-Bo Touch si è scusato per l'inconveniente causato dalla preparazione di questa specialità sudafricana.

domenica 7 ottobre 2012

Trippa tassata, pica-pica no

Il giornale dominicano Diario Libre ha riportato la proposta del neo-eletto presidente della Repubblica, Danilo Medina, di aumentare le tasse su 276 prodotti alimentari, tra i quali anche la trippa bovina. L'imposta sul valore aggiunto locale, conosciuta con la sigla I.T.B.I.S. (Impuesto sobre la Transferencia de Bienes Industrializados y Servicios) dovrebbe essere del 10% nel 2013, per salire al 12% nel 2014, al 14% nel 2015 ed arrivare al 16% nel 2016. Alcuni degli alimenti tradizionali invece, come acqua di cocco, riso, fagioli, avocado e "pica-pica" (sardine piccanti in scatola) dovrebbero rimanere esenti da tasse. La proposta è adesso nelle mani del Congresso dominicano.

mercoledì 26 settembre 2012

Birra e trippa a Caravaggio

In occasione dei festeggiamenti della Notte Bianca a Caravaggio, in provincia di Bergamo, sabato 29 settembre dalle ore 19 si terrà la seconda edizione della "Beer Fest on the road" ed il Bar Non solo fumo di via San Francesco d'Assisi - uno dei punti di ristoro sparsi per tutta la città - diventerà l'Osteria del Caravaggio per abbinare ai boccali di birra taglieri di affettati, patatine fritte ed anche trippa. Quest'anno la ricetta, appositamente studiata per questa occasione, prevede una preparazione di trippa a base di biancocostato (un taglio di bovino che comprende parte delle costole del manzo), verdure (carote, cipolle, porri, patate, sedano, fagioli), spezie, salsa, peperoncino, vino... e lunga cottura! La serata sarà rallegrata da musica dal vivo a cominciare dalle ore 21.

sabato 15 settembre 2012

È uscito il nuovo Troppa Trippa!

"Ricette africane", di Indro Neri, Collana I Quaderni di TroppaTrippa.com n. 4, ISBN-10: 0-9842169-3-6, ISBN-13: 978-0-9842169-3-2, Aerostato, Seattle 2012, 40 pagine, Prezzo 10 Euro. Clicca sull'immagine per acquistare il libro.

Un grazie alla cuoca cialtrona

La simpatica responsabile del blog La Cuoca Cialtrona, che ringrazio pubblicamente, ha voluto nominare fra i suoi dieci blog preferiti anche Troppa Trippa Blog inserendolo nella sua lista di letture consigliate:
Al blog Troppa Trippa, per la coerenza tematica e gli approfondimenti storici, anche se... la trippa non è mai troppa! (Il che mi fa venire in mente una di quelle traduzioni erronee ma esilaranti durante una versione dal latino nella classe di liceo che frequentava mia sorella, che suonava così: "Troppe trippe per le truppe...")

sabato 25 agosto 2012

Sagra della trippa a Massa

Da martedì 28 agosto a domenica 2 settembre ritorna a Massa la "Sagra della trippa" giunta alla sua ventiquattresima edizione ed organizzata dalla Parrocchia di San Pio X. Gli stand gastronomici saranno aperti per accogliere gli appassionati di trippa nostrana. Ma non c'è solo trippa nel programma estivo massese: ogni serata sarà allietata da eventi canori, balli, musica e tanto sano divertimento all'insegna dell'accoglienza e della condivisione. Le manifestazioni che si concluderanno lunedì 3 settembre con la messa in scena di una commedia in dialetto.

venerdì 24 agosto 2012

Tir di trippa si scontra col treno

Lo scorso mercoledì negli Stati Uniti un Tir che trasportava un carico di trippa è stato investito da un treno merci mentre attraversava un passaggio a livello nei pressi del Bush Intercontinental Airport di Houston, in Texas. Impossibilitato a completare la manovra per via di un veicolo che si trovava sulla sua traiettoria, il guidatore del Tir si è trovato bloccato sulle rotaie e pochi secondi dopo il treno in transito si è scontrato con l'autoarticolato, dividendolo in due tronconi e riversando oltre venti tonnellate di trippa sulla carreggiata.

venerdì 10 agosto 2012

Un trippaio di nome Liu

Il quotidiano La Repubblica ha pubblicato ieri nella cronaca di Firenze un articolo dal titolo "Un trippaio di nome Liu, patate e cipolle in salsa cinese":
A Iolo, area industriale in provincia di Prato, un chiosco alimentare promette la vera trippa, ma è una ricetta cinese. Il nome del chiosco riporta alle tradizioni della cucina toscana: "Il vero trippaio". Ma lui si chiama Liu, è cinese e da otto anni sforna una ricetta della trippa che non somiglia proprio a quelle della tradizione regionale di Iolo, zona industriale del Macrolotto di Prato. Intorno una spianata di aziende e nelle strade un via vai di furgoncini e camion che trasportano abiti pronto moda, stoffe e accessori. Liu è arrivato nella capitale industriale del tessile con le ondate migratorie degli anni Novanta e qui nella piana della Prato industriale da anni cucina la trippa con un brodo a base di patate e di cipolle. Liu, come racconta "Il Tirreno", in Cina faceva la stessa cosa: vendeva cibo. In Italia ha imparato le ricette da un amico italiano sulla trippa e lampredotto rivisitandole secondo i gusti in voga nella comunità orientale. Fino a diventare "Il vero trippaio", così come è scritto sullo scontrino che rilascia.

venerdì 6 luglio 2012

Guai a vendere la trippa di domenica!

Nella sezione degli articoli su TroppaTrippa.com ripropongo un pezzo di cronaca apparso alla fine dell'Ottocento sul quotidiano neozelandese "The West Coast Times" che riporta la notizia di un trippaio arrestato per aver venduto la trippa di domenica. Clicca qui per leggere l'articolo completo su TroppaTrippa.com.

martedì 12 giugno 2012

La trippa sfilacciata di Jones, il gastronauta

Nel suo blog, Jones il gastronauta, ci propone una innovativa ricetta di trippa, alla quale dà il nome di pulled tripe, ovvero "trippa sfilacciata" alla stregua del pulled pork, uno dei panini più noti del Sud degli Stati Uniti, col sapore del quale però non ha nulla a che vedere. Si tratta in pratica di cuocere la trippa nella pentola a pressione per almeno mezz'ora e quindi sfilacciarla prima di friggerla, abbinandola a ceci schiacciati con erbe ed aglio abbrustolito, mustard green (una verdura appartenente alla famiglia dei broccoli di rapa), porri in una brinatura fermentata di melanzana ed olio di buccia di mais bruciato. Ecco l'articolo nella sua versione originale, per chi si diletta d'inglese:
PULLED TRIPE
My new favorite technique with tripe is to pressure cook it (for at least 30 minutes), pull it into strands while it is still warm and then pan fry. The strands, I find, make for an interesting texture that is wonderful in soups, but in efforts to give tripe a starring role I decided to pair it with a quick mash of chickpeas with herbs and roasted garlic, raw and spicy mustard greens and the tender part of leeks that were dressed in my own fermented eggplant brine and burnt corn husk oil. I also poured some more of the dressing around the plate.

sabato 9 giugno 2012

Una cena di trippa del 1883

Nella sezione degli articoli su TroppaTrippa.com ripropongo un articolo apparso più di un secolo fa sul quotidiano statunitense "The Bourbon News" che riporta la notizia di una cena di trippa del 1883 ed una colorita invettiva contro la trippa. Clicca qui per leggere l'articolo completo su TroppaTrippa.com.

giovedì 7 giugno 2012

Lampredotto scomposto

Beniamino Nespor ed Eugeno Roncoroni, le due menti del ristorante e burger bar Al Mercato nella giornata di domenica 10 giugno, in occasione di "Grande cucina, piccoli piatti", prepareranno quattro superpietanze in miniatura: panino con lampredotto scomposto e salsa verde; bánh mì (panino vietnamita con bavetta di manzo, maionese piccante, cipolla in agrodolce, basilico, coriandolo e menta); lingua in due modi: carpaccio cotto sotto e sfilacci di lingua cotta croccante sopra, con rapanelli canditi; e pickled eggs (uova in salamoia). "Grande cucina, piccoli piatti" è un'iniziativa non stop "dedicata a splendidi piatti che fai su in due morsi" in programma domenica dalle ore 12 alle ore 22 presso il Dopolavoro Bicocca di via Chiese a Milano. Fonte: IdentitaGolose.it, fotografia di Giuseppe Albera.

sabato 2 giugno 2012

Esportate novemila tonnellate di trippa

Secondo un rapporto appena diffuso, le esportazioni australiane di frattaglie nei primi quattro mesi del 2012 hanno raggiunto un nuovo record di quasi trentanovemila tonnellate, un 2% in più dello scorso anno, ed un 6% in più rispetto alla media degli ultimi cinque anni. Questo si deve in gran parte alle esportazioni verso la Russia e paesi asiatici come Corea, Giappone ed Hong Kong. In totale l'Australia ha esportato da gennaio ad aprile 2012 ben 9108 tonnellate di trippa, di cui 5587 tonnellate sono state importate da Hong Kong.

venerdì 25 maggio 2012

Sagra del catanazzo a Giovi

Nell'ambito dei festeggiamenti in onore di Santa Maria dei Campi, la Parrocchia Santa Croce e San Bartolomeo di Giovi, frazione collinare del Comune di Salerno, organizza da sabato 26 a lunedì 28 maggio la ventitreesima edizione della Sagra del catanazzo, un antico piatto della cucina povera locale, che si prepara con trippa, pomodorini, piselli e "mascuotto", il tipico pane casereccio. Il menù della sagra propone anche pasta e fagioli al tegamino, milza, panini farciti, dolci tipici e vino a volontà. La manifestazione si aprirà sabato sera alle 19 con la musica del complesso "The Stars" diretto dal maestro Gerardo Sapere. Domenica 27 avrà luogo lo spettacolo de "I Castellani di Giovi" dal titolo "Il tempo e il rito", mentre lunedì alle 9,30 si svolgerà la processione ed in serata uno spettacolo musicale in onore della Madonna del Campo. Maggiori informazioni sulla Sagra del catanazzo possono essere trovate su Facebook oppure richieste telefonando allo 089.754045.

domenica 20 maggio 2012

Trippa con melanzane al forno

Girovando sul sito ComeFare.it mi sono imbattuto in questa ricetta di trippa con melanzane al forno che qui voglio riproporre ai lettori di Troppa Trippa.
In una pentola far cuocere per circa quaranta minuti in poca acqua bollente salata la trippa assieme alla carota, la cipolla ed il sedano tagliati a pezzi. Fatto ciò, sgocciolare la trippa, tagliarla a listarelle e lasciarla cuocere in una casseruola per altri trenta minuti con i pomodori ed un po' di sale e pepe. Tagliare le melanzane a fette, salarle e lasciarle riposare per trenta minuti in un setaccio in modo che perdano l'acqua di vegetazione, quindi sgocciolarle e farle grigliare leggermente su una piastra rovente. In una tortiera antiaderente formare uno strato di melanzane, uno di trippa con la salsa ed un poco di parmigiano grattugiato; procedere in questo modo fino ad esaurimento degli ingredienti, avendo cura di terminare con uno strato di melanzane. Sbattere a parte le uova con il latte, un poco di parmigiano grattugiato ed un pizzico di sale e pepe, poi versare il composto sulle melanzane e passare nel forno caldo fino a quando si sarà formata una bella crosticina dorata. Servire in tavola ben caldo.

venerdì 11 maggio 2012

Gelati al sapore di trippa

Avevamo già parlato di ghiaccioli alla busecca, una proposta artistica milanese, ed ecco che sul sito satirico americano The Onion (n. 31-23 del 9 luglio 1997) ho trovato un articolo di fondo nel quale tale T. Herman Zweibel se la prende con i lettori, colpevoli di aver decretato il fallimento della sua ditta di gelati al sapore di trippa. Si tratta ovviamente di un pezzo di pura fantasia, che qui riporto in versione originale:
You Ungrateful Bastards!
By T. Herman Zweibel
Publisher Emeritus (photo circa 1911)
You bastards! Why will you not buy Old Uncle Zweibel's Patented Tripe-Flavored Ices? Damn you! Damn you! Nearly half a million dollars I've sunk into this venture, and I'll be lucky if I see a penny of it. I added a whole new wing to the estate slaughter-house, kept continuously cold by precious ice shipped via barge from the Arctic Circle, so that tripe and other miscellaneous drippings collected from the slaughter-house floor could be frozen into delightful summer-time refreshments. It's the wonder of the age, by cracky, and it's going to pot because none of you damn fools will purchase my ices! I also spent a pretty penny on elaborate molds into which the tripe is poured before freezing. Who wouldn't drool over a tempting tripe-flavored ice shaped like a steam-locomotive, the Lady Liberty, or Grant's Tomb? I can't understand it. It's summer-time! The heat is stifling! The American people are languishing on the roof-tops of their sordid tenement houses, slowly being driven mad by the neighborhood organ grinder's cacophonous rendition of "I'm Forever Blowing Bubbles" below. This should be the ideal time to manufacture and sell delicious tripe-flavored ices. But no takers! I might as well have tried to sell rabies to dogs! I'm always trying to do nice things for you. Who sponsored the public hangings and bear-baitings in the nearby village? Who gave every townsperson a shiny new button for their birthday? And who got the entire village hooked on opium? Me, that's who! At this moment, my estate is lousy with melting, stinking tripe. We tried to feed some of it to the estate's herd of boars, but the spoiled goods exploded in their stomachs, and they died spectacular deaths. So now I'm forced to store crates of it in my armoire. Now I don't even have a place to put my jars of urine! This glut of tripe breaks my spirit. I've always prided myself on my uncanny ability to sell anything to anyone, be it through sheer force of personality, legal writ, or physical coercion. But I learned long ago that when plans backfire, it's best to find a scape-goat and pin the blame on it. You'll pay dearly for this, you bastards!

domenica 6 maggio 2012

La Old Tripe House di Birmingham

Dopo una esaustiva ricerca negli archivi storici di Birmingham, ho pubblicato su TroppaTrippa.com l'articolo "La Old Tripe House di Birmingham" con tre illustrazioni ed una rara fotografia del diciannovesimo secolo della "Vecchia casa della trippa", un edificio oggi scomparso.

venerdì 4 maggio 2012

Frappé di trippa

Nel corso della gioco televisivo "A league of their own", andato in onda su Sky 1, il conduttore ha tirato fuori a sorpresa due frullati di trippa invitando i concorrenti a berli in cambio di punti. Questa "sorpresa gastronomica", un tipo di sfida ormai entrata a far parte delle prove mirate a raccapricciare l'audience, è stata accettata senza battere ciglio. Uno dei due sfidanti, anzi, ha commentato: "Ho bevuto di peggio".

martedì 24 aprile 2012

Hostaria!

Nella sezione "La trippa al cinema" su TroppaTrippa.com ho aggiunto l'articolo "Hostaria!" sulla battaglia a colpi di trippa che si può visionare in uno degli episodi del film "I nuovi mostri".

sabato 17 marzo 2012

Frittelle e trippa a Briona

Domenica 18 marzo, in occasione della Festa di San Giuseppe, l'Associazione Turistica Pro Loco di Briona (tel. 0321.826097), sotto la direzione del presidente Marcello Bertona, ha in programma dalle ore 9 alle ore 18 in piazzale Stella la distribuzione di frittelle e trippa. Un'occasione d'oro per chi voglia trascorrere un fine settimana in Piemonte, visitare questo piccolo Comune del novarese, ammirare il castello del 1140 che domina la pianura circostante, ed al tempo stesso gustare un buon piatto di trippa. Briona si trova a circa diciassette chilometri da Novara.

mercoledì 7 marzo 2012

Bagni di trippa per curare i piedi storti

Sia Napoleone che il poeta e drammaturgo francese Paul Scarron si sottoponevano a bagni di trippa credendo che avessero proprietà curative. Lo stesso avveniva nella città americana di Boston dove agli inizi del Novecento era stato aperto uno stabilimento balneare per signore sole dove appunto ci si poteva rilassare in una vasca di trippa. Sul sito di TroppaTrippa.com ripropongo un'altra segnalazione degli effetti benefici dei bagni di trippa, stavolta per curare i piedi storti, tratta dalla "Raccolta completa delle opere mediche" del professore Giacomo Tommasini.

domenica 26 febbraio 2012

Il menudo del Gallito

Se mai vi trovaste a passare da Cathedral City, una delle cittadine nella valle di Coachella in California, nei pressi di Palm Springs, non vi fate sfuggire l'occasione di cenare al ristorante El Gallito. Dal 1978 i familiari di Juan Cantu continuano a preparare gustose specialità tex-mex fatte in casa, ed il sabato è possibile ordinare il menudo, la rinomata zuppa di trippa alla messicana. Accompagnata da fette di limone, origano, salsa piccante e cipolla cruda, affinché ognuno possa "aggiustarla" come più gli aggrada, e da tortillas di farina o di mais, questa ricetta di menudo colpisce subito per la sua apparente semplicità: niente pomodoro, niente zampa di vitello, solo quadretti di trippa nella cuffia, teneri ed aromatizzati da un brodo scuro, color caramello, ma leggero, assieme a chicchi di quel mais bianco grande detto hominy. Un piatto che consiglio caldamente.

lunedì 20 febbraio 2012

Trippa ritirata dal mercato americano

Due recenti casi di morbo della mucca pazza verificatisi a San Francisco, in California, hanno riacceso le discussioni sull'importanza di attenti controlli su carne e frattaglie, ed una partita di trippa prodotta dalla AA Meat Products Corporation è stata ritirata dal mercato per non essere stata regolarmente ispezionata, come si legge sul notiziario del servizio di Sicurezza ed Ispezione Cibo del Dipartimento americano dell'Agricoltura:
The following products are subject to recall: Thirty-pound and 22-pound cases of the following products produced between Jan. 11, 2011 and Feb. 8, 2012: "AA Scalded Beef Omasum Tripe," "AA Honeycomb Beef Tripe," "AA Scalded Beef Tripe Menudo De Vovino," "AA Beef Omasum Tripe" and "AA Beef Tripe." Case labels or packaging may bear the establishment numbers "EST. 21492," "P-21492" or "EST. 21492A" in the USDA mark of inspection or "EST. 21492," "P-21492" simply ink-jetted on the case label. The products were sold in California, Colorado, Illinois, Nevada, Oregon, Texas and Washington. The problem was discovered during an FSIS investigation. FSIS has received no reports of illness due to consumption of these products. Anyone concerned about an illness should contact a health care provider.
Il Dipartimento americano dell'Agricoltura ispeziona in media un capo di bestiame su duemila per encefalopatia spongiforme bovina ed altre malattie.

mercoledì 15 febbraio 2012

Trippa, fagiolata e salamini

Domenica 19 febbraio, in occasione del Carnevale, l'Associazione Pro Vaprio (tel. 320.380.58.25) ha in programma la tradizionale distribuzione di trippa al sugo, fagiolata con le cotenne e salamini bolliti. L'appuntamento gastronomico è previsto nel piazzale della Chiesa di Vaprio d'Agogna (Novara) a cominciare dalle ore 11,30: i volontari dell'Associazione Pro Vaprio prepareranno una settantina di chilogrammi di trippa che metteranno in vendita ad un prezzo di circa 3 Euro a porzione.

sabato 11 febbraio 2012

Distribuzione trippa a Prato Sesia

Dopo la fagiolata dello scorso 22 gennaio, il Comitato Mangiabagna di Prato Sesia ha in programma per domenica prossima, 12 febbraio, la tradizionale distribuzione di trippa in occasione del Carnevale. Prato Sesia è un Comune di circa duemila abitanti in provincia di Novara, e si trova all'imbocco della Valsesia a 275 metri di altitudine.

domenica 5 febbraio 2012

Più trippa, meno filetto

Il sito Vini e Sapori ha pubblicato l'articolo "Consumi, Coldiretti: filetto addio da 4 italiani su 10. Boom tagli diversi: dalla spalla alla pancia alla punta di petto le alternative per risparmiare con le ricette della tradizione" con i risultati emersi da un sondaggio della Coldiretti, articolo che qui ripropongo parzialmente:
Più di quattro italiani su dieci (43%) hanno iniziato ad acquistare tagli alternativi di carne, meno conosciuti e più economici, per risparmiare o semplicemente per creare nuove ricette. È quanto emerge da un sondaggio on line condotto dal sito www.coldiretti.it per verificare gli effetti della crisi sui consumi di carne che sono la voce di spesa più importante per la tavola degli italiani che ne acquistano circa 92 chili a testa all'anno. Con la crisi - sottolinea la Coldiretti - ben il 35% degli italiani ha cominciato ad acquistare tagli diversi per risparmiare mentre l'8% dichiara di scegliere tagli differenti per creare nuove ricette. Appena il 5% - continua la Coldiretti - sceglie solo tagli pregiati mentre la metà (50%) non ha cambiato il proprio comportamento di acquisto nei consumi di carne. Si tratta - afferma la Coldiretti - del risultato delle nuove strategie messe in atto dal consumatore per risparmiare senza rinunciare alla qualità ma anche di un ritrovato desiderio di fantasia nel creare e rielaborare nuove ricette in cucina. È infatti importante proprio in un momento come questo - sottolinea la Coldiretti - valorizzare anche i tagli minori di carne nella consapevolezza che per esempio del bovino non esiste solo la richiestissima fiorentina ma ci sono altri tagli dal sapore caratteristico che appartengono alla tradizione culinaria italiana come per esempio i famosissimi bolliti piemontesi, la squisita la faentina (pancia tagliata a fette e cotta alla griglia), la lingua salmistrata e la trippa in umido [...]

giovedì 26 gennaio 2012

VernaTrippa a Vernazzola

Il Club Sportivo Urania della frazione di Vernazzola, nel Comune di Vernazza (Genova), organizzerà alle ore 20 di sabato 11 febbraio la seconda edizione del "VernaTrippa TroppaTrippa". Saranno accettate adesioni sino al completamento dei posti disponibili. Per prenotarsi basta rivolgersi ai seguenti numeri telefonici: 010.385624 Cs Urania, 347.3010828 sig. Roberto, 339.7756719 sig. Alberto. Il Club Sportivo Urania è nato il 1 ottobre del 1926, quando un gruppo di giovanotti si unì per fondare una società che avviasse una sana pratica sportiva. Questi ragazzi possedevano una barca e una canna da pesca, da qui l'idea di dedicarsi a due delle attività sportive marittime tipiche di questo angolo della Liguria.

sabato 21 gennaio 2012

Busecca in piazza a Borgosesia

Ritorna a Borgosesia, in provincia di Vercelli, domenica 22 gennaio la Busecca in piazza, alla sua trentanovesima edizione, evento gastronomico inserito nell'ambito del Carnevale di Borgosesia. Il Carnevale di Borgosesia quest'anno giunge ad una data importante e significativa, i 125 anni da quando le maschere locali, Peru Magunella e Gin Fiammàa, celebrarono il loro matrimonio in un padiglione appositamente eretto in piazza di fronte al municipio. Questa edizione sarà dunque dedicata a celebrare questa ricorrenza con una mongolfiera, una gigantesca polentata per tutti, una trasgressiva veglia di addio al celibato e addio al nubilato, ed una commedia celebrativa ed ovviamente la busecca in piazza, uno tra gli appuntamenti più attesi che accoglierà centinaia di cittadini per degustare ottomila porzioni del piatto tipico di questo carnevale piemontese.

Nell'ambito del carnevale di Borgosesia non mancheranno le sfilate che ancora una volta animeranno il centro cittadino in un turbinio di colori e di suoni e, dopo oltre venticinque anni di assenza, tornerà pure la grandiosa battaglia dei mandarini, dove le compagnie posizionate sui palchi fissi sfideranno gli intraprendenti partecipanti alle sfilate a colpi di agrumi. E poi ancora i fantastici e grandiosi veglioni, il "Magunella Bierfest", il ballo dei bambini, tre serate teatrali con compagnie locali famose per la loro bravura e, per finire, il Mercu Scûrot, la più famosa e sentita tradizione di Borgosesia, che dopo un secolo e mezzo è sempre più grande e pittoresca. Il ricavato del Carnevale di Borgosesia verrà devoluto al Fondo Edo ed Elvio Tempia - Pro Hospice di Gattinara, in memoria del compianto presidente Sergio Canuto. La manifestazione si aprirà ufficialmente il 22 gennaio per concludersi il 22 febbraio.

Trìpa de San Bàsian a Pizzighettone

Il Lions club Pizzighettone Città Murata organizza per sabato 21 e domenica 22 gennaio la quarta edizione della Trìpa de San Bàsian. La tradizionale manifestazione si terrà a Pizzighettone, in provincia di Cremona nell'ambito della sagra patronale di San Bassiano. Questa festa in cui si potranno gustare, oltre alla trippa, altre specialità locali (anche da asporto), si svolgerà nella incantevole cerchia muraria medievale cittadina, le cosiddette "Casematte" di via Boneschi. Si tratta di una occasione unica per riscoprire ed assaggiare antichi sapori comodamente seduti al caldo dei camini in un contesto storico mozzafiato, il sabato dalle ore 11 alle ore 23 e la domenica dalle ore 11 alle ore 18. Il ricavato sarà interamente devoluto in beneficienza per progetti scolastici e formativi del territorio.

sabato 14 gennaio 2012

È uscito il nuovo Troppa Trippa!

"Ricette col lampredotto", di Indro Neri, Collana I Quaderni di TroppaTrippa.com n. 3, ISBN-10: 0-9842169-2-8, ISBN-13: 978-0-9842169-2-5, Aerostato, Seattle 2011, 32 pagine, Prezzo 10 Euro. Clicca sull'immagine per acquistare il libro.

venerdì 13 gennaio 2012

Busecca di San Bassiano a Lodi

Risolto il "rebus" sulla data di svolgimento delle celebrazioni della festività patronale, confermata secondo il calendario del Martirologio Romano, sono iniziati i preparativi per l'organizzazione degli eventi e delle manifestazioni che animeranno a Lodi la giornata di giovedì 19 gennaio 2012, in occasione della tradizionale Festa di San Bassiano. È pronta ad avviarsi anche la "macchina" per la preparazione della colossale "trippata" che come tutti gli anni verrà offerta in piazza Broletto dalla Pro Loco, mentre gli alpini si prenderanno cura di preparare il vin brulé, il tè e la cioccolata che, accompagnati da raspadura e tortionata, verranno distribuiti nel pomeriggio del 19 gennaio nella piazzetta tra municipio e cattedrale. Nei prossimi giorni, verranno consegnati a Palazzo Broletto i ceri votivi, finemente decorati, che secondo la tradizione vengono portati in dono dalla amministrazione comunale e presentati al vescovo al termine del discorso che il sindaco pronuncia presso la cripta della cattedrale, davanti all'urna in cui sono custodite le spoglie del Santo Patrono, prima della celebrazione del solenne pontificale, che quest'anno vedrà ospite di Lodi l'arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola. Nel frattempo, è in elaborazione, per essere successivamente mandata in stampa, la consueta pubblicazione per la "Giornata della Riconoscenza", con l'elenco e le motivazioni delle benemerenze civiche che verranno assegnate nel pomeriggio di lunedì presso il Teatro alle Vigne. Come sempre, in piazza della Vittoria si svolgerà inoltre la tradizionale Fiera di San Bassiano, con 88 espositori dislocati sul perimetro e lungo la diagonale della piazza, tra i quali avranno un ruolo di assoluti protagonisti i banchi di vendita dei filson (lunghe collane di castagne inflizate) ai quali come di consuetudine saranno sul lato della facciata della cattedrale. Nell'imminenza della festa patronale, verrà infine collocato sulla sommità del Torrione del Castello (uno dei simboli maggiormente riconosciuti della città, recentemente restaurato) un nuovo vessillo con i colori della municipalità, croce rossa in campo giallo. Ringrazio l'amico Claudio Chiumello per la segnalazione.

martedì 10 gennaio 2012

La busecca di Natale

Nella sezione "La trippa al cinema" su TroppaTrippa.com ho aggiunto l'articolo "La busecca di Natale", ovvero quando la tradizionale zuppa di trippa del Canton Ticino fa capolino nell'ultimo film di Aldo, Giovanni & Giacomo.

venerdì 6 gennaio 2012

Sfida a colpi di trippa e vin brulè

In occasione dei festeggiamenti per il Carnevale, domani nel quartiere veronese di San Michele Extra si svolgeranno le elezioni per la maschera del quartiere. Nel cortile delle scuole Dorigo si sfideranno "el Gigi" ed "el Tranvier" a colpi di piatti trippa e vin brulè. Ripubblico volentieri l'articolo apparso su "L'Arena" di Verona:
A San Michele Extra è tempo di elezioni. Come da tradizione domani, giorno della Befana, si voterà il trentatreesimo Mastro Sogar della storia del carnevale del quartiere. A sfidarsi saranno due amici e sanmichelati "de soca": il numero uno Pierluigi Tomelleri detto "el Gigi", vicepresidente della
cooperativa Logistica Frezza, che gode dell'appoggio del Bar Charleston, della Tabaccheria Lisa Broggio e della Pizzeria al Vento di San Massimo, ed il candidato numero due Davide Cassini detto "el Tranvier", 33 anni, di Madonna di Campagna, sposato, con due figlie, che ha già vestito il costume di Mastro Sogar nel 2008, appoggiato dal suocero ex Papà del Gnoco. I due candidati domani mattina si sfideranno a suon di trippe in brodo e vin brulè nel cortile della scuola Dorigo cercando di accaparrarsi i voti degli oltre mille elettori che di solito si recano alle urne. El Mastro Sogar, tipica maschera di San Michele Extra, è stata creata dal Comitato Benefico del Carneval del quartiere nei primi anni Ottanta e rappresenta la lavorazione delle "soghe", cioè delle corde, che
in passato resero famoso il quartiere in tutto il Veneto. Prima dell'incoronazione, domenica 14 gennaio al cinema Nuovo di San Michele con uno spettacolo presentato da Sergio Benetazzo, l'eletto dovrà scegliersi la "sogareta". Per il candidato numero uno sarà la compagna Caterina, mentre per Cassini la moglie Ilaria. Le schede saranno scrutinate nel pomeriggio. Seggi aperti dalle 8.30 alle 13. Per votare è necessario un documento di riconoscimento e aver compiuto 14 anni.