sabato 17 aprile 2021

Lampredotto Box



Il panino più famoso di Firenze, quello al lampredotto, dal 22 marzo viene spedito direttamente a casa propria con tutti i consigli per gustarlo secondo tradizione in pochi minuti. Questo grazie alla "Lampredotto Box" che il ristorante macelleria Porcavacca propone nel suo negozio online, con spedizione in tutta Italia (consigliatissima la visione dei simpaticissimi video di presentazione). Situata in via Garibaldi ad Arezzo, Porcavacca è una macelleria dove si possono trovare tagli di carni da razze selezionate (dalla Chianina all'Angus, dalla Piemontese alla Wagyu) da acquistare e portare a casa oppure - a pandemia conclusa - consumare cotte alla brace direttamente sul posto, abbinandoci magari pasta fatta in casa e sughi di una volta o anche una vasta scelta curata di salumi, formaggi e verdure di aziende agricole del territorio.

martedì 13 aprile 2021

Trippandemia, settima puntata



Settima puntata di "Trippandemia - Un anno dopo", una collezione di interviste ad un anno di distanza dal primo manifestarsi della pandemia. In questo nuovo filmato la testimonianza diretta di Laura, la gentile trippaia del popolare chiosco di Aurelio i' re del lampredotto di piazza Tanucci a Firenze. Buona visione!

Una maglietta dedicata al lampredotto



Da una collaborazione tra Colla ed il blog gastronomico Duccio Street Food è nata una simpatica maglietta dedicata al ragù di lampredotto. La particolarità di questa maglietta è quella di proporre non solo la ricetta del delizioso sugo preparato dallo chef Nick, ma anche la possibilità di inquadrare un codice QR con il quale accedere ad un video che permette di seguirne passo dopo passo la sua preparazione. La T-shirt tutta fiorentina - acquistabile al prezzo di 20 euro - si aggiunge a buon diritto alle altre magliette dedicate alla trippa.

venerdì 9 aprile 2021

Trippandemia a tempo di rap



Su YouTube è disponibile da stasera la sesta puntata di "Trippandemia - Un anno dopo", una collezione di interviste ad un anno di distanza dal primo manifestarsi della pandemia. In questo nuovo filmato, realizzato dal rapper fiorentino Calwa (al secolo Achille Calvaruso) abbiamo raccolto la testimonianza di Giacomo Trapani, della storica ditta Bambi trippa & lampredotto del Mercato Centrale di Firenze. Buona visione a tutti e a presto, con la prossima puntata!

martedì 6 aprile 2021

Trippandemia numero cinque



Quinto appuntamento con "Trippandemia - Un anno dopo", una collezione di interviste ad un anno di distanza dal primo manifestarsi della pandemia. In questa nuova puntata la testimonianza diretta di Christian che con la moglie Sohemi gestisce il chiosco Da Ciotti nella piazza principale di Grassina. Buona visione!

sabato 3 aprile 2021

Nuovo episodio di Trippandemia



Le Trippaie di piazza Dalmazia a Firenze - al secolo Ilaria e Silvia Pezzatini - sono le simpatiche protagoniste della quarta puntata di "Trippandemia - Un anno dopo", una serie di interviste nostrane ad un anno di distanza dal primo manifestarsi della pandemia. Le riprese ed il montaggio video sono a cura di Lorenzo Girolami. Buona visione!

venerdì 2 aprile 2021

Trippandemia tris



Nella sezione degli eventi di TroppaTrippa.com ho pubblicato la terza puntata di "Trippandemia - Un anno dopo" con l'intervista realizzata davanti a I' trippaio di Montini. A domani per la prossima, ma intanto buona visione!

giovedì 1 aprile 2021

Arriva il landronotto!



Testato con successo oggi per la prima volta il drone che consegnerà panini al lampredotto librandosi sui cieli di Firenze. Lo storico volo di prova è stato effettuato stamattina da piazzale Michelangelo, alla presenza dei trippai che hanno finanziato l'iniziativa e del Delegato comunale alla commercializzazione degli spazi aerei. La consegna del primo panino volante è avvenuta in piazza dei Ciompi, proprio sotto la Loggia del pesce. Il luogo di arrivo del prezioso carico è stato scelto per il suo stretto collegamento con la storia dei trippai fiorentini: anticamente infatti la Loggia del pesce si trovava nella piazza del Mercato Vecchio (oggi piazza della Repubblica) e prima che Firenze venisse consacrata capitale d'Italia nel 1865 e che il mercato venisse sventrato per lasciar spazio ad un rifacimento architettonico degno del nuovo ruolo politico della città, era qui che i trippai, così come tutti i venditori ambulanti, avevano il loro punto d'incontro. Il momento è uno di quelli da consegnare alla già ricca storia cittadina: questa è stata infatti la prima consegna in assoluto per via aerea in Italia, consegna tutta nostrana che ha avuto la precedenza sulle richieste giunte in Comune da Amazon, DHL, UPS e Poste Italiane. Il panino è arrivato a destinazione in poco più di tre minuti, ancora caldo.

martedì 30 marzo 2021

Seconda intervista di Trippandemia



Seconda puntata di "Trippandemia - Un anno dopo", una collezione di interviste ad un anno di distanza dal primo manifestarsi della pandemia. In questo nuovo filmato la testimonianza diretta di Leonardo Torrini, il trippaio di Gavinana. I filmati di questa iniziativa culturale verranno pubblicati a distanza di qualche giorno l'uno dall'altro. Buona visione!

domenica 28 marzo 2021

Trippandemia un anno dopo



Nella sezione degli eventi di TroppaTrippa.com ho pubblicato l'intervista di Pierpaolo Pollini, della tripperia fiorentina di via de' Macci. Si tratta della prima puntata di "Trippandemia - Un anno dopo", una collezione di piccoli video studiata per raccogliere la testimonianza diretta di tutti i trippai ad un anno di distanza dal primo manifestarsi della pandemia. I filmati di questa iniziativa culturale verranno pubblicati a distanza di qualche giorno l'uno dall'altro. Buona visione!

domenica 21 marzo 2021

Trippa da mucche ecologiche



È di qualche anno fa un rapporto secondo il quale un maggiore consumo di frattaglie contribuirebbe a ridurre il numero di animali macellati e quindi le emissioni gassose delle mandrie fino al 14%. Durante la digestione i bovini infatti producono metano - uno dei gas responsabili dell'effetto serra - quando i microbi presenti nello stomaco attivano un processo simile alla fermentazione. Due scienziati della University of California Davis hanno recentemente scoperto che aggiungendo le alghe rosse hawaiiane asparagopsis taxiformis al mangime queste riducono la produzione di metano fino al 99% in vitro e fino all'82% quando somministrate agli animali. Hanno dunque tenuto sotto controllo per cinque mesi le emissioni gassose di una ventina di mucche parzialmente alimentate con alghe marine. I risultati - apparsi qualche giorno fa sull'autorevole Plos Journal - hanno mostrato che non ci sono state variazioni di peso rispetto ai bovini nutriti tradizionalmente, ma vi è stato un rilascio di metano nell'atmosfera parecchio inferiore, appunto intorno all'82%. "C'è ancora molto lavoro da fare, ma questi risultati sono davvero incoraggianti", hanno dichiarato i due ricercatori Breanna Roque ed Ermias Kebreab. "Abbiamo ottenuto una prova tangibile di come le alghe possano ridurre in modo efficace e sostenibile le emissioni di metano del bestiame". Una precedente ricerca aveva dimostrato che né il gusto del latte né quello della carne risentirebbero di questo cambiamento nell'alimentazione delle mandrie.

sabato 6 marzo 2021

Bon bon al lampredotto





"Sabato trippa" e questa settimana ho assaggiato per voi i bon bon al lampredotto del pastificio artigianale Bacci Renzo di Campi Bisenzio. Dal 1969 - si parla quindi di più di mezzo secolo! - questo negozio laboratorio a conduzione familiare della provincia fiorentina, puntando su qualità e freschezza, produce una ricca varietà di pasta fresca fatta in casa, pasta all'uovo, tortellini, ravioli, gnocchi ma anche primi piatti, crepes, salse e sughi.



Da qualche anno poi (ma bisogna telefonare per accertarsi che siano disponibili) l'offerta si è ampliata anche ai bon bon al lampredotto, deliziosi involucri di pasta con un ripieno che non fa rimpiangere il tradizionale panino offerto dai chioschi dei trippai fiorentini.





Oggi me li sono gustati conditi soltanto con un filo di olio piccante, tanto per stare in tema senza però alterarne in maniera sostanziale il ricco sapore di base del ripieno. Dopo averli assaggiati il verdetto: cambiamogli nome. Meglio "boni boni al lampredotto"!

sabato 27 febbraio 2021

Cardi e trippa



"A parte me, a chi piace questa? Me l'ha mandata il mio babbo". Così la famosa rapper Cardi B ha chiosato un videoclip sul proprio profilo Twitter, dopo aver ricevuto dal babbo (di origini dominicane) una porzione di mondongo. La cantante statunitense, che nella vita reale si chiama Belcalis Marlenis Almánzar, dopo aver raggiunto il successo nel 2017 ha collezionato una serie impressionante di riconoscimenti, tra cui un Grammy Award, cinque American Music Awards e sette Billboard Music Awards.



Il videoclip della zuppa di trippa - con oltre cinquemila condivisioni, oltre sedicimila citazioni e quasi ottantamila "likes" - è stato visto oltre quattro milioni di volte.

sabato 20 febbraio 2021

Lampredotto in arrivo



Nei locali prima occupati dalla Brunelleschi Viaggi di Firenze, aprirà a giorni in via Giampaolo Orsini 93/rosso una fiaschetteria: mescita di vini sfusi, salumi, formaggi e lampredotto l'offerta della nuova attività di ristorazione cittadina.

Alla conquista del West

Dopo la schiacciata lampredotto e nduja della scorsa settimana, ormai già mi sento di parlare di tradizione settimanale: sabato trippa. E se l'altra volta mi ero lasciato tentare da una "fusion" dalle influenze calabresi, oggi è stata invece la volta di un panino che strizza l'occhio alla Campania: lampredotto con friarelli e olio piccante. Lo propone in pianta stabile I' bandito, storica paninoteca situata in largo Buon Cristiano, all'inizio dei giardini del parco di Santa Rosa, proprio nei pressi del ponte alla Vittoria.



Il chiosco fiorentino in rotazione a seconda del momento e della stagione offre anche trippa alla fiorentina, lampredotto in zimino, lampredotto con porri, lampredotto funghi e patate, insalata fredda di trippa e nervetti, ma è soprattutto rinomato per i suoi panini, tutti ispirati a personaggi del Far West. Non è un caso quindi che accanto al Billy The Kid, al Jessy James, ed al Calamity Jane, si trovi dunque il nostro Davy Crockett col lampredotto.



Si è vero, il nome del panino non è fiorentino né tantomeno napoletano, ma come fare a resistere alla tentazione di assaggiarlo quando fin da piccino andavo in giro fiero del mio cappello alla Davy Crockett con la coda di procione?



Il lampredotto non fa rimpiangere la salsiccia che nella cucina napoletana forma un binomio quasi indissolubile con i friarielli (che poi sarebbero i nostri rapini) e l'olio piccante al posto della salsa è il complemento ideale per un delizioso panino dal sapore deciso.