venerdì 18 maggio 2018

Tempo d'estate

L'estate è alle porte e nei ristoranti comincia a fare capolino un più sostanzioso assortimento di piatti freddi. Una di queste gradite sorprese è stata una insalata di trippa con verdurine servita da Melomangio (il nome è tutto un programma), ottimo locale di Sesto Fiorentino, in provincia di Firenze, nato come pizzeria ma che offre sul proprio menù anche piatti da bistrot. L'assaggio è stato dunque d'obbligo.



La generosa porzione di trippa tagliata a listerelle, è stata servita con pomodorini, capperi, olive ed una ricca julienne di zucchini, insalata, cavolo cappuccio viola e sedano. Ad accentuarne l'aspetto estivo, la ricetta prevedeva anche la giusta quantità di striscioline di scorza di limone, che hanno conferito al piatto una piacevole quanto insolita nota di gusto e di profumo.

domenica 13 maggio 2018

LampreDisco al Quinoa di Firenze

Sabato 12 maggio a Firenze, nel cortile dietro la chiesa di Santa Maria Maggiore, a due passi dal duomo, si è tenuta l'edizione inaugurale di LampreDisco, iniziativa che ha coniugato simpaticamente l'esperienza dell'aperitivo tardo-pomeridiano con un buffet che offriva deliziosi panini al lampredotto, il tutto accompagnato da un sottofondo musicale orchestrato dal DJ Marco Fiorucci.



La particolarità di questa iniziativa è quella di essere stata promossa ed ospitata all'interno del Quinoa, il primo ristorante a Firenze con un menù 100% senza glutine (e senza rischi di contaminazione) certificato dall'Associazione Nazionale Celiachia, e comunque articolato anche su sapori della tradizione toscana.



Ed il panino al lampredotto, in un panino fresco senza glutine, era delizioso. Il proprietario del Quinoa, Simone Bernacchioni, assieme al vecchio compagno di classe, il trippaio e chef Alessio Farolfi della Boutique della trippa hanno dunque allestito una simpatica serata all'insegna della trippa e del gluten free con un twist particolare. I vini della Tenuta del Buonamico di Montecarlo, e gli aperitivi preparati al momento, hanno fatto il resto.



sabato 12 maggio 2018

Ecco le figurine della trippa



Sono uscite le prime tre figurine della trippa, una nuova iniziativa per divulgare la cultura della trippa e le sue curiosità. Una galleria che mostra quanto pubblicato si trova qui e verrà arricchita in futuro da nuove figurine. Cliccando su ciascuna figurina si accede all'articolo che offre maggiori dettagli sull'argomento legato a ciascuno di questi modesti "biglietti da visita" del quinto quarto.

venerdì 11 maggio 2018

venerdì 4 maggio 2018

Solo domani ricette latino-americane al 50%

Per celebrare la ricorrenza del "Cinco de Mayo" il quaderno "Ricette di trippa dall'America Latina", all'interno del quale si trovano la storia del menudo e numerose ricette messicane, verrà offerto in via del tutto eccezionale a metà prezzo: basta cliccare qui (domani) per non perdere questa offerta della durata di sole ventiquattro ore.

Effetto trippa dietro le quinte

Una serie di fotografie scattate da Sacha Masi di Volterra nella cucina della recente manifestazione di "Effetto trippa" che documenta la preparazione della trippa alla volterrana.

















martedì 1 maggio 2018

Trippa di prima mattina

Sveglia di prima mattina, alle sei e via in Vespa in direzione di Volterra: un paio di ore in sella in solitario, su strade rigorosamente secondarie, immersi nei profumi delle colline toscane che si risvegliano, per non perdersi la colazione a base di trippa alla volterrana che il Circolo Arci San Giusto proponeva già a partire dalle otto, secondo la tradizione che vuole che ogni primo di maggio si ricordi l'usanza degli artigiani alabastrai di "cominciare bene" la giornata.



Le due sale del Circolo erano già piene. Assieme alla ricetta-principe, nell'ambito dell'annuale ricorrenza dell'iniziativa "Effetto trippa", si potevano gustare anche i baccelli col pecorino, e spalla toscana. Fra i commensali numerose coppie di giovani, a dimostrazione di come la memoria storica cittadina continui a trasmettersi con successo alle nuove generazioni.



Abbinata ad ottimo vino rosso locale, la generosa porzione di trippa alla volterrana, calda e fumante ha fatto subito dimenticare le fatiche stradali. Il pane appena sfornato, freschissimo e quasi ancora caldo, ha accompagnato questo gustosissimo piatto, mentre nei locali dell'Arci risuonavano le note dell'inno nazionale russo. E al termine, doverosa, una breve visita in cucina a ringraziare il cuoco.

Manca poco al 5 maggio

Il "Cinco de Mayo" è una festività che si celebra annualmente, come il nome lascia presagire, il 5 maggio. In Messico, e principalmente nello stato di Puebla, la festività ricorda il giorno della vittoria contro le truppe francesi nella battaglia di Puebla del 5 maggio 1862 ed è anche chiamata "El Día de la Batalla de Puebla". In occasione del prossimo 5 maggio, "Ricette di trippa dall'America Latina" - quaderno che propone numerose ricette messicane ed un capitolo dedicato alla storia del menudo - verrà offerto in via del tutto eccezionale a metà prezzo: segnatevi dunque fin da ora l'indirizzo Internet di questa pagina speciale da visitare fra qualche giorno, esattamente il 5 di maggio (non un giorno di più, non un giorno di meno), se non volete perdere questa offerta commemorativa.

lunedì 23 aprile 2018

Effetto trippa a Volterra



Una delle tradizioni volterrane tra le più sentite è quella della trippa a colazione per il primo di maggio. In occasione della Festa del Lavoro, l'Arci San Giusto, in collaborazione con Pesca e Friggi, organizza dunque il tradizionale appuntamento con "Effetto trippa" nel piazzale XXV Aprile, in Borgo San Giusto a Volterra (Pisa). Secondo la tradizione gli artigiani alabastrai erano soliti fare colazione con la trippa: dalle 8 di mattina quindi trippa alla volterrana per tutti, ma anche baccelli, pecorino, spalla e vino rosso locale, che sarà possibile gustare presso i circoli Arci San Giusto, Garofano Rosso, La Punta, Villamagna, e ristoranti quali Da Badò, La Vena di Vino, La Carabaccia e l'Antica Bettola. Bar e mercatino apriranno alle ore 10 e spettacoli di musica dal vivo faranno da cornice alla giornata fino alle ore 20. La festa riprende sabato 3 maggio a mezzogiorno con l'apertura degli stand gastronomici, per proseguire nel pomeriggio con la musica curata dal dj Stefano Imperio.

mercoledì 7 febbraio 2018

Tempo di Carnevale


Una maschera pubblicitaria di una ditta di trippa francese.

sabato 13 gennaio 2018

Quanto vale la trippa in Irlanda

Edmond Phelan, responsabile del settore bovini della Irish Cattle & Sheep Farmers' Association, che dal 1993 si occupa di rappresentare e dare voce alla categoria degli allevatori irlandesi, in un recente comunicato stampa ha quantificato in 135 euro per capo di bestiame il valore delle frattaglie e sta impegnandosi perché questa somma venga riconosciuta agli allevatori. "Una volta le frattaglie e la pelle della bestia non avevano valore, anzi dovevano essere smaltite e questo aveva un costo aggiuntivo per i macelli. Quei giorni appartengono al passato. Il quinto quarto sta continuamente aumentando di valore: i mattatoi stanno investendo grandi somme di denaro in attrezzature che permettano un sempre miglior sfruttamento ed utilizzo dei sottoprodotti di macelleria, ma sono assolutamente restii ad ammettere che gli allevatori debbano anch'essi ricavarne un beneficio economico" ha commentato Phelan. Nel 2017 l'esportazione di frattaglie dall'Irlanda ha avuto un valore di 230 milioni di euro. Nel 2018 si prevede la macellazione di un milione ed ottocentomila bovini.

mercoledì 13 dicembre 2017

Intanto in America...

Il "competitive eating", considerato purtroppo negli Stati Uniti alla stregua di uno sport nazionale, è una perversa competizione per stomaci di ferro nella quale gli "atleti" si affrontano ingurgitando quantità industriali di cibo in un ristretto lasso di tempo, molto spesso a mani nude, pur di vincere questa insana gara. Il notiziario di WFMZ-TV ha riportato in questi giorni la notizia di una gara di qualificazione nella quale tale Steve Hillegass, da tutti conosciuto come "Il barracuda sdentato", durante uno spettacolo radiofonico ha divorato poco meno di un chilo di trippa in salamoia in quarantacinque secondi, bevendoci assieme - per mandarla giù meglio - una stucchevole "cream soda" (una specie di gazzosa alla vaniglia tipica degli Stati Uniti). Così facendo si è conquistato un posto alla ventiseiesima edizione della gara di ingozzo competitivo Wing Bowl che si terrà a Filadelfia - fortunatamente patria della ben più nobile pepper pot soup - il prossimo 26 febbraio.

sabato 2 dicembre 2017

Approfitta dell'offerta natalizia

Si avvicina il Natale ed in questa occasione è stato aperto il "negozio natalizio virtuale" di TroppaTrippa.com, una pagina speciale ed esclusiva, non raggiungibile dal sito, nella quale vengono offerti tutti e nove i Quaderni della collana finora pubblicati al prezzo scontato di pre-vendita, 7 euro invece di 10. Si tratta di un'occasione per completare la propria raccolta dei Quaderni, per acquistare i preferiti da regalare ai propri amici oppure anche per richiederne un quantitativo superiore alle dieci copie da regalare ai propri clienti ad un prezzo ulteriormente scontato. A tutti i lettori di Troppa Trippa, buone feste!

venerdì 1 dicembre 2017

Il presepe del trippaio



L'arte presepiale napoletana, inalterata da secoli, è ormai parte delle tradizioni natalizie più consolidate e seguite della città. Famosa a Napoli è via San Gregorio Armeno, la "via dei presepi" nella quale si concentrano le botteghe che vendono personaggi, animali, elementi scenografici e minuterie per l'allestimento della scena che celebra la Natività, tradizionalmente ambientata nella Napoli del Settecento. Uno dei luoghi del presepe napoletano è il mercato e, tra i vari accessori, la Bottega d'Arte Cantone & Costabile propone un cesto in vimini impagliato a mano con trippa in cera. Maria Costabile ed il marito Antonio Cantone si dedicano con passione all'ideazione di figure pastorali ispirate ai più famosi ed importanti "pezzi" del presepe napoletano. Erede della valentia artigiana del padre Nunzio, abilissimo e ricercatissimo realizzatore di minuterie da presepe, Maria Costabile, insieme al marito ed ai fratelli Pasquale e Ivano, ha raggiunto, in poco più di venti anni, una rara sensibilità nell'ideazione e realizzazione di figure presepiali, tale da avvicinare l'interesse e la curiosità di esperti e collezionisti sia in Italia che all'estero. Attiva sin dai primi del Novecento, la bottega si ispira ai pastori del Settecento napoletano, sia per i materiali (terracotta, legno, pittura ad olio, occhi in vetro, ecc.) sia per i tessuti, che spaziano dalle sete più pregiate ai damascati di San Leucio.

lunedì 20 novembre 2017

Sagra delle frattaglie a Fiesole



La Casa del Popolo di Fiesole (Firenze), in via Matteotti 27, organizza a partire da fine mese la Sagra delle frattaglie, articolata su dieci serate (24-25-26 novembre, 1-2-3 dicembre e 7-8-9-10 dicembre). Il menù prevede crostini di fegatini, vol-au-vent alla finanziera (ripieno di cervello, animelle, cuore, rognone, funghi e polpettine), mousse di trippa servita con salsa di yogurt e erba cipollina, timballo della casa con melanzane e ricotta e salsa di lampredotto; tagliolini della Betta con animelle e tartufo, penne strascicate con ragù di cuore e polmone, polenta con rognone, risotto con cervello con cavolo nero e crema di taleggio; lampredotto servito in rosetta e accompagnato da salsa verde e piccante, centopelle "sale & pepe" in umido, fegatelli in rete, fritto misto di frattaglie (cervello, animelle e trippa); patate arrosto, spinaci saltati, fagioli con l'occhio; e per finire cantucci e vinsanto, zuccotto, tiramisù. Il ristorante della sagra apre alle ore 19:30. Per informazioni e prenotazioni rivolgersi allo 055.5970002.