domenica 1 maggio 2022

Trippa alla Doccioli



L'associazione culturale e ricreativa La Pagoda di Doccioli a Castelnuovo di Val di Cecina - borgo medievale di duemila anime situato nel lembo meridionale della provincia di Pisa, al confine col territorio senese e quello grossetano - ha festeggiato l'anniversario del primo maggio proponendo una colazione a base di trippa (e baccelli). Sebbene la trippa fosse quella preparata "alla Doccioli", quindi consacrata propria dagli abitanti del luogo, questa pluridecennale tradizione si deve alla vicina Volterra, dove appunto nel giorno della Festa del lavoro viene tuttora ricordata l'usanza degli artigiani alabastrai di iniziare questa ricorrenza con un piatto di trippa fumante.



Presenza fissa anche nel menù della Festa della castagna che si tiene solitamente ad ottobre, la trippa alla Doccioli ha di caratteristico il sugo, che include anche carne macinata di maiale, e la presenza di peperoncino rosso che le conferisce un certo grado di piccantezza. Giusto per svegliarsi per bene.



In occasione di questo tradizionale appuntamento conviviale, la cucina dell'associazione La Pagoda - capitanata dalla signora Derna - ha cucinato mezzo quintale di trippa da distribuire nel corso della giornata.

sabato 30 aprile 2022

Trippa di razza



La razza della mucca nella trippa fa la differenza? È ancora tutto da dimostrare, ma intanto ho avuto il piacere di assaggiare una confezione di "Trippa delle vacche rosse" in barattolo. La storia dell'antica razza Reggiana, la "vacca rossa" appunto, si perde nei secoli: introdotta nella pianura padana dai Longobardi, era presente nelle stalle della contessa Matilde di Canossa e dei monaci benedettini, impiegata sia per trainare aratri e carri, sia per fornire il latte necessario alla produzione dei primi formaggi di grandi dimensioni. È solo però grazie allo spirito di iniziativa della famiglia Catellani - e del loro progetto di valorizzazione sfociato nella costituzione dell'Associazione Nazionale Allevatori bovini di razza Reggiana - che questa razza autoctona del Nord Italia, considerata la "mamma" del parmigiano reggiano, non è andata definitivamente estinta. I centotrentamila capi degli anni cinquanta nel giro di tre decenni erano infatti diminuti a poco meno di mille, essendo state le vacche rosse progressivamente sostituite da razze bovine estere con una maggiore resa di latte. Oggi l'azienda Antica Corte delle Vacche Rosse - a marchio "I sapori delle vacche rosse" - oltre allo storico e pregiato formaggio fatto solamente con latte di Reggiana e stagionato per un minimo di ventiquattro mesi, propone un ampio catalogo di prodotti a chilometro zero: da una ricca linea di latticini e formaggi freschi - ovvero yogurt naturale o alla frutta, panne cotte e creme di formaggio, caciotte anche aromatizzate, stracchino, mozzarelle, burro e ricotta - a passate di pomodoro, confetture di prugne, giardiniere con le proprie verdure, ragù di carne ed ovviamente la "Trippa delle vacche rosse".



La "Trippa delle vacche rosse" lascia favorevolemente impressionati fin dal primo assaggio, con una valutazione complessiva assolutamente positiva. Viene realizzata con maestria e passione e non ci sono dubbi: i pochi ingredienti naturali della ricetta si distinguono facilmente tutti al palato (sedano, carota, cipolla, passata di pomodoro). Non ci troviamo di fronte ad un prodotto industriale, questo è chiaro fin da subito. In particolare la trippa sembra essere stata mantecata al momento - con il burro anche questo di latte di vacca rossa (se dovesse essere necessario precisarlo) - e risulta ben cotta, tenera, e per niente gommosa. Insomma gustosa e saporita al punto giusto, tanto da non far rimpiangere una preparazione casalinga (scusa mamma!). Il giudizio finale? "Bona ma poca": mi è bastato il primo assaggio per accorgermi con dispiacere che il vasetto da 290 grammi non sarebbe stato sufficiente a rendere alla "Trippa delle vacche rosse" l'onore che si meriterebbe (cioè a farmi alzare da tavola satollo e soddisfatto): in casi come questi bisogna fare il bis, ed anche il tris.

giovedì 28 aprile 2022

Noi si va per il lampredotto



La Pizzeria S.M.S. San Polo in Chianti (tel. 055.855015, tel. 340.6716121), in provincia di Firenze, in collaborazione con la Squadra Cinghialai Incisa Il Banchetto San Polo organizza questo sabato 30 aprile e domenica 1 maggio "La Baccellata", una festa gastronomica con baccelli, formaggi ed affettati tipici toscani che apre alle ore 12 (il servizio pizzeria dalle ore 19:30) per chiudersi alle ore 22. Durante la festa vendita di porchetta, ficattole ma soprattutto lampredotto.

sabato 23 aprile 2022

Una scodella di trippa non si rifiuta a nessuno



Il Circolo Arci Bassa di Gussola, in provincia di Cremona, a grande richiesta replica per giovedì 28 aprile la serata conviviale intitolata "Una scodella di trippa non si rifiuta a nessuno". La trippa sarà la protagonista assoluta, accompagnata da un panino ed un bicchiere di vino ("Insomma, la felicità!") e sarà possibile gustarla sul posto presso la casa del popolo lombarda, che si trova in piazza Carlo Comaschi 41, oppure portarla a casa presentando un proprio contenitore. L'ingresso al Circolo è consentito solo con tessera Arci in corso di validità, mascherina e greenpass rafforzato.

venerdì 8 aprile 2022

Alla corte di Mezzomonte



Domani e domenica il Circolo S.M.S. di Mezzomonte, situato sulle colline fiorentine in via Imprunetana per Pozzolatico 199, torna ad organizzare l'iniziativa Re Peposo, Comare Ribollita e Sor Lampredotto. L'appuntamento conviviale si articolerà sulla cena di sabato 9 aprile a cominciare dalle ore 19:30, e sul pranzo di domenica 10 aprile dalle ore 12:30. Oltre a peposo, ribollita e lampredotto si potranno degustare altri prodotti tradizionali, anche da asporto. Per partecipare è necessario il green pass. Per prenotazioni basta inviare un messaggio sms o WhatsApp al numero 353.4358020.

venerdì 1 aprile 2022

Basta fonduta!



Non ha badato a spese un facoltoso fiorentino in vacanza a Derfisch, sulle Alpi svizzere: stanco di vedersi propinare fonduta tutti i giorni ed entrato in piena crisi di astinenza da lampredotto, non ha esitato ad invitare nella sua baita isolata un noto trippaio del capoluogo toscano che - completamente spesato - lo ha raggiunto in elicottero portandosi dietro tutti gli ingredienti necessari per preparare un panino al lampredotto parecchio "fuori porta" e soddisfare così l'inconsueta richiesta.

martedì 29 marzo 2022

Abbiamo lo stomaco che ci vuole



A Camaiore, in provincia di Lucca, Quinto Quarto Osteria insegue il sogno di creare una realtà ristorativa basata su tre concetti fondamentali: il recupero, la stagionalità, e l'impatto zero. Seguendo un'alimentazione varia e sostenibile che protegga la biodiversità, e lottando per ridurre lo spreco di cibo, in cucina si può recuperare il tempo e si possono recuperare le stagioni: nel salvare una ricetta, un piatto tradizionale, una coltivazione abbandonata, il concetto di recupero diventa un gesto culturale e sociale. Per mercoledì 30 marzo alle ore 20:30 Quinto Quarto Osteria propone dunque "Tuscany Tripp... Ci vuole stomaco". Il menù della serata prevede insalatina di cuffia con verdure croccanti, seguita da raviolo di lampredotto e da centopelli in umido. In chiusura piccola pasticceria. Il prezzo è fissato in 35 euro a persona (bevande escluse) ed è gradita la prenotazione chiamando il 0584.344462 o inviando un messaggio WhatsApp al 339.3834155.

lunedì 28 marzo 2022

Un invito alla scarpetta



Il calendario di Taste - la manifestazione di Pitti Immagine che ogni anno presenta il meglio delle eccellenze enogastronomiche italiane e della cultura contemporanea del cibo - prevedeva per oggi anche "Pizza&Scarpetta", un esclusivo evento ad invito tenutosi presso lo Student Hotel di viale Lavagnini a Firenze: qui Stefano Canosci della pizzeria Chicco di Colle Val d'Elsa ha presentato in anteprima una serie di assaggi dal nuovo menù che si articola su ricette ispirate alla tradizione italiana.

La degustazione si è aperta al bar con un cocktail di benvenuto basato sul gin Floressence (il dry gin immaginato a Firenze, ispirato alla formulazione del profumo di Caterina de' Medici, con note di bergamotto, gelsomino, lavanda, bacche di ginepro ed essenza di fiori d'arancio), sapientemente preparato e servito da Palmira Bertuca con gocce di olio d'oliva.



Fra le pizze d'autore presentate da Stefano Canosci, anche la Trippa&Mentuccia, una pizza alta e soffice, cotta al tegamino, sulla quale è stata adagiata una porzione di squisita trippa alla romana. Questa pizza ha voluto riprendere una simile ricetta di Antonello Colonna, chef stellato presente all'evento, che per primo aveva proposto un delizioso connubio del genere.



L'assaggio di Trippa&Mentuccia è stato preceduto dalla rivisitazione del sorbetto classico, sempre ad opera di Palmira Bertuca che ha utilizzato gin Floressence e Franciacorta, gelato al bergamotto, limone e sciroppo alla menta per anticipare e rendere omaggio al gusto della trippa alla romana che seguiva.



Realizzata con la farina doppio zero di grano tenero "5 stagioni" di Agugiaro & Figna, la pizza aveva una consistenza delicata: alta, soffice, piena di alveoli grazie alla lunga lievitazione, è stata di per sé un invito a fare la scarpetta per non lasciare sul piatto neanche un po' del sugo della trippa, centrando in pieno il tema di questa degustazione.

mercoledì 23 marzo 2022

Il lampredotto di Paolo Gori al Fuori di Taste



Nell'ambito della quindicesima edizione di Pitti Taste a Firenze, che si terrà dal 26 al 28 marzo, la rassegna "Fuori di Taste" propone eventi dedicati alle eccellenze gastronomiche organizzati negli ambienti più prestigiosi della città. Sabato 26 Bonverre sul terrazzo dell'Hotel Plaza Lucchesi, nel cuore di Firenze, organizza una speciale serata di degustazione in collaborazione con PostalMarket. Presente all'evento lo chef Paolo Gori della storica Trattoria Da Burde ed il suo lampredotto inzimino, una interpretazione della tradizione toscana più autentica, che verrà servito all'inizio del percorso di degustazione che coinvolge altri prodotti e produttori d'eccellenza.

sabato 19 marzo 2022

Ritorna la Festa di' lampredotto



I ragazzi della dinamica associazione culturale Bang! tornano a proporre il 25 ed il 26 marzo l'ormai tradizionale Festa di' lampredotto e della fiorentinità, una iniziativa che dal 2018 vuole essere il punto di riferimento per tutti gli amanti del lampredotto, della sua storia e della tradizione tutta fiorentina di questo cibo da strada. A partire dalle ore 18 e fino alle ore 23 presso il Circolo della Rondinella del Torrino, sul lungarno Soderini, sarà dunque possibile gustare un menù a tema che include crostone lampredotto cavolo nero e fagioli, lampredotto in zimino, lampredotto all'uccelletto, lampredotto semplice in vaschetta e l'immancabile panino al lampredotto. Il programma prevede anche il venerdì la presentazione in anteprima del Passaporto del lampredotto e stornelli toscani con A. Giobbi, mentre sabato la festa sarà allietata dalla Nuova Pippolese in concerto.

venerdì 18 marzo 2022

Trippa scontata per tutti i babbi



La Tripperia Fiorentina - in occasione della Festa del papà del 19 marzo - offre il 15% di sconto su tutti i prodotti a marchio "San Frediano 1890" che includono trippa alla fiorentina e lampredotto bollito con salsa verde e salsa piccante. Non si tratta delle consuete preparazioni industriali: i piatti pronti sono preparati secondo la migliore tradizione culinaria fiorentina utilizzando solo ingredienti freschi e di qualità, olio extravergine di oliva e senza aggiunta di conservanti, coloranti o aromi. La promozione è valida solo fino alle 23:59 di sabato 19 marzo utilizzando il codice sconto DAD15.

martedì 15 marzo 2022

Taste the tripe!



"Taste the unexpected!" è la nuova campagna dalla grafica coloratissima, piena di energia e tutta da gustare con gli occhi - un po' cartoon, un po' pop art - che annuncia il ritorno di Taste, la manifestazione di Pitti Immagine che presenta il meglio delle eccellenze enogastronomiche italiane e della cultura contemporanea del cibo. L'appuntamento - dal vivo - è alla Fortezza da Basso di Firenze dal 26 al 28 marzo, alla scoperta delle aziende più interessanti e dei prodotti più esclusivi che rappresentano territorio, passione artigiana e innovazione, oltre al ricco calendario di eventi ed incontri stimolanti, di conoscenza e scoperta. "Pizza&Scarpetta" è uno degli appuntamenti in programma. Si terrà alle ore 12:30 del 28 marzo su invito presso lo Student Hotel di viale Lavagnini: qui Stefano Canosci proporrà la degustazione delle sue nuove pizze ispirate agli intingoli più gustosi della tradizione italiana, fra cui Trippa&Mentuccia dedicata ad Antonello Colonna, chef stellato presente all'evento. Le pizze sono realizzate con le farine 5 stagioni di Agugiaro & Figna mentre i cocktail sono creati da Palmira Bertuca, bar manager di Student Hotel con il gin Floressence.

domenica 13 marzo 2022

Microfinanziamento in Turchia



Con il contributo devoluto a Seher in Turchia per l'acquisto di un macchinario per pulire la trippa, si allunga l'elenco di microfinanziamenti (54) e delle nazioni (19) nelle quali abbiamo voluto investire (senza interessi) qualche spicciolo per aiutare in maniera tangibile progetti che, in una maniera o nell'altra, hanno a che vedere con il quinto quarto. Questo è possibile tramite Kiva, una organizzazione non governativa che promuove microfinanziamenti in Paesi disagiati attraverso raccolta di fondi via Internet. Se siete interessati a contribuire a questa o a cause simili, basta cliccare su questo link (il sito di Kiva è in inglese ed è necessario avere un acconto con PayPal) oppure anche semplicemente acquistare e magari regalare uno dei Quaderni di TroppaTrippa.com. Questo ed i precedenti progetti finanziati con la vendita dei Quaderni (ad oggi 1350 dollari!) sono elencati su www.troppatrippa.com/kiva.

sabato 12 marzo 2022

Cucinare la trippa al Mercato Centrale



La Scuola di cucina Lorenzo de' Medici, all'interno del Mercato Centrale di Firenze, offre a tutti gli amanti del cibo e della sua preparazione un'esperienza nuova all'interno di uno scenario unico, nel cuore pulsante del quartiere di San Lorenzo ed a stretto contatto con veri e propri artigiani del gusto. Il Mercato Centrale offre la possibilità di iniziare il percorso didattico a diretto contatto con la materia prima, con i produttori presenti che collaborano nell’insegnare come fare la spesa e come riconoscere i prodotti migliori, attraverso l'olfatto, la vista, il tatto, l’assaggio ed i rapporti che si instaurano tra produttore e consumatore in una comunicazione costruttiva di valori, di tradizioni e di storia. Questa domenica - 13 marzo dalle ore 19 alle ore 21 - il corso di cucina avrà come tema le interiora (trippa, lampredotto e fegatelli) preparate in umido e fritte. Il costo è di 75 euro a persona. L'iscrizione è possibile di persona presso l'Info Point al primo piano del Mercato Centrale, oppure online sul sito degli organizzatori, ed include la lezione, gli ingredienti, la degustazione con un calice di vino, acqua, un grembiule ricordo, una cartellina con materiale didattico, la ricetta, un certificato di partecipazione e l'assicurazione.

venerdì 11 marzo 2022

La trippa secondo noi


Questo fine settimana (oggi, sabato 12 e domenica 13) ed il prossimo (venerdì 18, sabato 19 e domenica 20 marzo) il Circolo Arci La Serra con l'Associazione La Serra insieme organizza la seconda edizione della "Sagra della bistecca ...e la trippa secondo noi". L'iniziativa si tiene nel padiglione del Circolo Arci in località La Serra di San Miniato, in provincia di Pisa. La domenica la sagra funzionerà solo a pranzo. Per maggiori dettagli o per prenotazioni basta rivolgersi al 339.1639542.