venerdì 26 settembre 2014

Poesie di trippa

Manca solo qualche giorno allo scadere del termine per partecipare al secondo Concorso nazionale di poesia "T'amo, o pio bove", indetto dall'Accademia della Trippa, in collaborazione con TroppaTrippa.com. Il concorso - aperto a tutti - ha lo scopo di valorizzare, salvaguardare e promuovere la trippa, la sua storia e le sue ricette. I partecipanti sono invitati ad inviare una o più poesie su trippa, lampredotto, quinto quarto, busecca o qualunque altra preparazione a base di trippa bovina.

giovedì 18 settembre 2014

Concorso Misstrippa 2014



"Portate la vostra trippa se avete coraggio: noi prima si mangia, poi vi si dice com'è...". Il lunedì de lo Studio e il Bar de lo Studio di Pietrasanta, in provincia di Lucca, indicono per lunedì 6 ottobre 2014 la prima edizione del concorso gastronomico "Misstrippa" per la migliore ricetta di trippa. Il concorso si prefigge, sposando appieno le idee dell'Accademia della Trippa, di promuovere la cultura della trippa, di farne conoscere, apprezzare e valorizzare la preparazione, la storia ed il consumo. L'iscrizione e la partecipazione al concorso è gratuita e aperta a tutti. Ogni partecipante dovrà consegnare il proprio piatto cucinato entro le 19,30 e successivamente avrà a disposizione dieci minuti per terminare la preparazione, calda o fredda, secondo una ricetta tradizionale o una elaborazione personale. Ogni partecipante dovrà consegnare il proprio piatto in una quantità sufficiente ad un assaggio per ognuno dei sette giurati. Ogni piatto in concorso verrà valutato da una giuria di esperti in base a gusto, aspetto, innovazione, difficoltà. Il piatto può essere presentato in abbinamento con vino o altra bevanda a discrezione ed a carico del partecipante. La giuria sarà composta da Roberto Ghezzi (Schooner), Andrea Guido Falaschi (Macelleria Sergio Falaschi, San Miniato), Nicola Torcigliani (Torcigliani Carni, Camaiore), Alfreda Stagi Lorenzoni (Azienda Agricola Felice Lorenzoni, Giustagnana), Antonio Rinaldi (Azienda Agricola il Casale, Certaldo), Luciano Del Corto (Osteria Miranda, Lucca) e Marco Bellentani (giornalista enogastronomico). Al termine del concorso Ogni partecipante riceverà un attestato di partecipazione personalizzato con il verdetto della giuria. Il piatto vincitore verrà inoltre segnalato mediante un comunicato stampa. Lo svolgimento del concorso sarà documentato da un servizio fotografico. L'iscrizione dovrà pervenire all'indirizzo manolo.tocker@gmail.com entro e non oltre domenica 5 ottobre (tel. 0584.793930).

lunedì 8 settembre 2014

Trippa con caviale di trota



La trippa St. Hubertus, cotta nel latte, con crostini di pane e caviale di trota, in una preparazione dello chef Norbert Niederkofler del ristorante St. Hubertus del Rosa Alpina Hotel & Spa di San Cassiano in Badia (Bolzano). Sabato 13 settembre si tiene presso questo locale altoatesino la nuova tappa dei meeting di Altissimo Ceto: il prezzo di 180 euro a persona comprende il menù-degustazione ed il percorso di abbinamento al calice. Per prenotazioni o informazioni, visti i posti limitati a esaurimento, scrivete subito a eventi@altissimoceto.it o telefonate allo 02.303124307 oppure al 348.2911188.

martedì 2 settembre 2014

Trippe e fagioli a San Biagio



Domenica 14 settembre 2014 alle ore 9,30 a San Biagio di Mondovì, in provincia di Cuneo, avrà inizio la sesta edizione di "Fuma lon ca puma, mangiuma lon ca fuma" ("Facciamo quello che possiamo, mangiamo quello che facciamo"), la manifestazione in cui l'intero paese e le sue aziende agricole aprono le porte ai visitatori per far conoscere i propri prodotti. Sarà possibile effettuare un giro turistico delle varie cascine sul trenino lillipuziano ed una passeggiata in calesse per la frazione, mentre fin dal mattino si svolgeranno dei voli panoramici sull'aereo ultraleggero. Tra le varie attrattive, l'esposizione di trattori d'epoca, l'esibizione di antichi mestieri del Presepe di Pianvignale e possibilità di escursioni a dorso d'asino. Al Circolo ricreativo San Biagio dalle ore 11,30 saranno distribuiti al prezzo di 3,50 euro al piatto i prodotti tipici sanbiagesi a chilometro zero, magistralmente cucinati dalle massaie del luogo, fra cui trippe e fagioli, ma anche la trota del Pesio affumicata con insalata contadina, la cruda di San Biagio al naturale, peperoni e zucchini ripieni, insalatina fredda di cappone, ravioli di iridea affumicata e ricotta saltati con pomodorini e basilico fresco, formaggi assortiti sanbiagesi, crostata di fragole, delizie dorate alle antiche varietà di mele, e bicchierino ai mirtilli.