martedì 29 aprile 2014

Se lo dice Chris, ci credo

Dopo la maglietta dedicata alla frattaglie, ecco un'altra T-shirt firmata Chris Cosentino - il popolare chef americano dello scomparso ristorante Incanto di San Francisco - questa volta con il motto "Eat tripe for vigor & stamina" ovvero "Mangia trippa per vigore e resistenza", che si affianca alle altre proposte di abbigliamento dedicate al quinto quarto. Realizzata negli Stati Uniti, la maglietta è disponibile sul sito Flavour Gallery in tre colori (rossa o nera per gli uomini, grigia per le donne) al prezzo di 30 dollari.

lunedì 28 aprile 2014

Rigatoni con lampredotto e borlotti al rosmarino

Leonardo Romanelli ha pubblicato sul suo blog "Quinto quarto" una ricetta di rigatoni con lampredotto e fagioli borlotti, che qui ripropongo:
Ingredienti per 6 persone: 500 g di rigatoni, 3 spicchi di aglio, 250 g di fagioli borlotti lessati, 3 rametti di rosmarino, un peperoncino, 150 g di pancetta, 2 dl di olio extravergine di oliva, 1 dl di Chianti, 300 g di pomodori pelati, 250 g di lampredotto sale fino, pepe nero, 100 g di pecorino semi stagionato. Tritare finemente l'aglio, il peperoncino e il rosmarino e farli rosolare con l'olio in una casseruola. Salare e pepare, quindi aggiungere il lampredotto tagliato a listarelle. Lasciar rosolare a fuoco vivace per qualche minuto e bagnare con il Chianti. Appena è evaporato, mettere i borlotti, la pancetta tagliata a cubetti e i pomodori pelati e passati. Far insaporire per qualche minuto a fuoco vivace e poi continuare la cottura a fuoco moderato. Cuocere i rigatoni in abbondante acqua salata, scolarli al dente e farli finire di cuocere nella salsa apprestata. Servire cosparsi di pecorino.

domenica 27 aprile 2014

Troppa Trippa sbarca in America


Alla presenza del console onorario Franco Tesorieri è stata inaugurata oggi la Biblioteca Italiana Seattle. L'iniziativa, senza scopo di lucro, si avvale di un'organizzazione di volontari riunitisi per creare una fornita collezione di libri in lingua italiana e di autori italiani tradotti in inglese: nell'occasione diverse copie dei Quaderni di TroppaTrippa.com sono state donate ed immediatamente inserite nel catalogo della Biblioteca Italiana Seattle. La biblioteca utilizza al momento uno spazio gentilmente concesso dalla Gelateria D'Ambrosio ed i libri possono essere presi in prestito recandosi di persona ogni domenica dalle 14 alle 16 (la lista completa delle opere disponibili si trova su Shelfari).

sabato 26 aprile 2014

Questo mese in Uganda

Salvaguardare e promuovere la tradizione della trippa significa anche impegnarsi attivamente in progetti che, in una maniera o nell'altra, hanno a che vedere con il quinto quarto; così dopo quello keniano, questo mese ho voluto aiutare tramite Kiva un altro macellaio, di nome Ramthan. Ramthan sta cercando di raccogliere 800 dollari per l'acquisto di un capo di bestiame da macellare e rivendere nel suo negozio nel mercato di Masindi, in Uganda. Kiva è un'organizzazione non governativa statunitense che promuove microfinanziamenti in Paesi disagiati attraverso raccolta di fondi via Internet. Se siete interessati a contribuire a questa causa, vi invito a cliccare su questo link (il sito di Kiva è in inglese ed è necessario avere un acconto con PayPal). Questo ed i precedenti progetti finanziati con la vendita dei Quaderni li trovate come sempre su www.troppatrippa.com/kiva.

giovedì 24 aprile 2014

Assaggiata per voi



Solitamente mi tengo ben alla larga da qualunque alimento in scatola, soprattutto se contiene piatti già pronti; ma, essendomi capitata tra le mani una confezione di "White Menudo estilo casero" della popolare marca Juanita's non potevo esimermi dall'acquistare ed assaggiare questa zuppa di trippa, per inserirla (o meno) nell'elenco delle specialità da ordinare qualora la trovassi un giorno elencata nel menù di una sperduta cantina messicana. La tipica zuppa di trippa alla messicana, chiamata "menudo", viene preparata secondo innumerevoli ricette. In questo caso si tratta di una versione in bianco, senza pomodoro, alla casalinga ("estilo casero"). Gli ingredienti sono presto detti: trippa, mais di quello grande chiamato localmente hominy, sale, brodo di carne disidratato con l'aggiunta di maltodestrina, grasso bovino, aromi naturali ed acido citrico. Come tutte le pietanze in scatola, quando si apre il coperchio non è amore a prima vista, ma basta scaldare il contenuto e la zuppa assume un aspetto decisamente più gustoso. Il menudo si guarnisce tradizionalmente con origano, fettine di limone, cipolla cruda a tocchetti, e cilantro fresco, ed aggiungendo questi ingredienti, ecco che il piatto diventa piacevole anche al palato, seppure non di qualità eccelsa.

Rinasce il Mercato Centrale di Firenze

È stato riaperto ieri a Firenze, in una veste tutta nuova, l'antico Mercato Centrale di San Lorenzo. Umberto Montano e Claudio Cardini hanno dato vita al progetto che restituisce a Firenze uno dei luoghi più significativi della città: il primo piano del mercato coperto di San Lorenzo. Il progetto è diventato realtà ieri, a celebrare i 140 anni dell'architettura in ferro e vetro eretta nel 1874 ad opera dell'architetto Mengoni, autore anche del mercato di Sant'Ambrogio e della più celebre Galleria Vittorio Emanuele di Milano. Il Mercato Centrale di Firenze non solo ricollega la città ad uno spazio rimasto deserto per tanti anni ma dà corpo ad una visione quanto mai attuale e necessaria: ripopolare un pezzo importantissimo e vitale del centro di Firenze con botteghe tradizionali che restituiscono centralità agli artigiani del gusto. Lampredotto, pane e pasticceria, pesce fresco, fritto e polpette, frutta e verdure, carne e salumi, mozzarella di bufala, formaggi, cioccolato e gelato, pasta fresca, enoteca, tramezzini: tutte le botteghe sono condotte da commercianti artigiani con in comune la passione per la loro professione. Oltreché per fare normalmente la spesa, al Mercato Centrale si può stare a sedere in uno dei cinquecento posti a disposizione per mangiare qualcosa, con la certezza di poter contare sulla genuinità. Il tutto per rendere il Mercato Centrale il luogo ideale per ogni momento della giornata, dalle dieci di mattina fino a mezzanotte. Lorenzo Nigro è il lampredottaio di stanza al mercato. L'attività di Lorenzo nasce da una passione di famiglia: suo nonno è stato l'ultimo a preparare la trippa e il lampredotto cuocendoli nel fuoco a legna. La ricetta (segretissima!) che Lorenzo porta al Mercato è la stessa che veniva usata allora, col pane, anzi, con la rosetta - preparata in collaborazione con David Bedu - tuffata nel brodo di cottura e la classica domanda: "Con cosa?" Sale, pepe, salsa verde fatta a mano secondo ricetta di famiglia, salsa piccante al peperoncino e via.

lunedì 21 aprile 2014

La trippa? Nell'ultimo cassetto

Il mobilificio Seletti di Cicognara, in provincia di Mantova, propone in catalogo una credenza a forma di mucca. Il design di questo insolito oggetto di arredamento è opera di Marcantonio Raimondi Malerba e dispone di tre sportelli, uno dei quali a ribaltina per poter improvvisare un tavolino rustico sul quale magari gustare un bel piatto di trippa. Realizzato in legno, misura 225x58x151 centimetri ed è in vendita ad un prezzo di 2250 euro.

sabato 19 aprile 2014

Buona Pasqua

Buona Pasqua a tutti i lettori di TroppaTrippa.com

sabato 12 aprile 2014

T'amo pio B.O.S.



Passando da Los Angeles, vale la pena fare una scappatina al ristorante B.O.S. (424 East 2nd Street, tel. 213-700-7834). In questo locale californiano, il menù è una vera e propria ode poetica al "nose to tail", e presenta piatti studiati per utilizzare ogni parte del bovino, appunto dalla testa alla coda. Lo chef David Bartnes - cittadino del mondo forte di esperienze multietniche maturate nelle numerose città nelle quali ha vissuto e cucinato - ha pensato di personalizzare ulteriormente i suoi piatti incorporando sapori giapponesi, coreani, cinesi, thailandesi, vietnamiti, indonesiani e singaporiani in quella che si potrebbe definire una cucina asiatica moderna. Le proposte sulla carta cambiano ogni giorno ma non è difficile imbattersi per esempio in abbinamenti tanto insoliti quanto deliziosi come la "Honeycomb tripe and kimchi stew" (zuppa di trippa nella cuffia e cavolo fermentato alla coreana) accompagnata da gnocchi allo scalogno, lardo ed uova in camicia.

domenica 6 aprile 2014

Alla bella trippaiola

Nella sezione della trippa nella letteratura su TroppaTrippa.com ho pubblicato l'articolo Alla bella trippaiola nel quale un ignoto poeta del Seicento canta le lodi di una trippaiola napoletana, così bella da rubarti il cuore mentre ti vende le frattaglie.