martedì 31 agosto 2010

Trippa alla Fiera di San Matteo

Trippa in brodo e trippa alla parmigiana saranno due delle specialità che accompagneranno la tradizionale Fiera di San Matteo, in programma dal 10 al 21 settembre 2010 presso il campo sportivo di Conetta di Cona, in provincia di Venezia. Questa fiera centenaria si svolge nell'ambito della ttradizionale festa di San Matteo, patrono della frazione ed è organizzata dalla Pro Loco di Cona (tel. 338-7465726). Oltre ai due piatti di trippa, il menù propone paella, spaghetti allo scoglio, spaghetti alle vongole, pasta all'amatriciana, pasta al ragù, carne di cavallo in umido, baccalà, fritto misto di pesce, grigliata di carne, la nuovissima rusticana con contorno, torte di produzione artigianale come la pastiera napoletana, la torta ricca, la torta al cocco, e molto altro ancora, il tutto annaffiato dagli ottimi vini locali come il Rabosello o il Prosecco. Da segnalare che lo stand gastronomico rimarrà chiuso la sera di lunedì 20 settembre, mentre sarà aperto anche a pranzo il giorno successivo. La Pro Loco di Cona, sempre sensibile ai problemi attuali, si impegna con il ricavato delle varie manifestazioni organizzate nel corso dell'anno, a sostenere progetti sensibili all'interno del Comune e della realtà locale.

martedì 24 agosto 2010

Una scommessa di due secoli fa

Fra gli articoli che ho recentemente pubblicato su TroppaTrippa.com ve n'è uno curioso che riporta una scommessa avvenuta due secoli orsono in Australia. Meglio mangiare calzini fritti (di un altro) o una giacca di trippa?

venerdì 20 agosto 2010

Sagra della trippa a Novi Ligure

Si è aperta a Novi Ligure, in provincia di Alessandria, la tradizionale Sagra della trippa di agosto. L'evento che si tiene nella frazione di Merella continuerà fino a domenica 22.

È arrivato un bastimento carico di... trippa

Il commercio ha giocato un ruolo di primo piano nell'espansione dell'Impero britannico, secondo la ricerca di Warren Belasco e Roger Horowitz pubblicata con il titolo di "Food Chains - From Farmyard to Shopping Carts". L'esportazione di prodotti alimentari contribuiva a mantenere un legame emotivo tra gli inglesi espatriati e la madrepatria, nonché ad affrettare il processo di colonizzazione culturale, un po' come avviene oggi a livello globale con le catene di fast food. I barilotti da otto libbre di trippa sottaceto non mancavano mai sui vascelli in rotta per le Indie Orientali, Singapore, Australia e le colonie americane. Nell'articolo "È arrivato un bastimento carico di... trippa" su TroppaTrippa.com ho pubblicato una dettagliata ricerca del traffico commerciale coloniale, scoprendo che il primo presidente degli Stati Uniti andava pazzo per la trippa inglese.

giovedì 19 agosto 2010

Trippa con fagioli occhio nero e parmigiano

Almerindo Santucci di San Martino Sannita (Benevento) sul suo blog "La cucina dello stregone" ci regala una deliziosa ricetta di trippa con fagioli occhio nero. Questo tipo di fagiolo, anche detto "dell'occhio" o "con l'occhio", è stato, con i ceci, uno dei primi legumi consumati in Italia, essendo originario del bacino mediterraneo (i fagioli borlotti e quelli rossi vennero importati in Europa da Cristoforo Colombo).
Ingredienti: 700 grammi di trippa fresca, 500 grammi di fagioli occhio nero, 250 ml di sugo di pomodoro, foglie di alloro, foglioline di salvia, 1 ramettino di rosmarino, 2 carote, 2 cipolle piccole, sale, pepe, peperoncino, 1 bicchiere di vino bianco, abbondante formaggio parmigiano. L'area di produzione del fagiolo occhio nero è nel comprensorio dell'alto Sele in Campania, nella zona di Oliveto Citra, alimento ricco di genuinità e proprietà nutritive. I fagioli occhio nero mantengono perfettamente la cottura e si prestano sia in piatti sofisticati che semplicemente ad insalate con il nostro olio extravergine, sale e origano. Lavare bene la trippa, tagliarla a pezzi e lasciarla per una mezz'ora a spurgare in acqua fredda con due foglie di alloro e fettine di limone. In una pentola cuocere i fagioli occhio nero con una foglia di alloro per cinquanta minuti dall'inizio del bollore. In una grossa padella far soffriggere in poco olio la cipolla tritata e la carota a piccoli dadini, la salvia e l'alloro; sfumare con il vino bianco e dopo un poco aggiungere la trippa e lasciarla insaporire per una decina di minuti, quindi versarvi il sugo di pomodoro e mezzo litro di acqua e portare a cottura salando e pepando verso la fine. A questo punto una volta cotti i fagioli versarli nella trippa e continuare la cottura per un altro quarto d'ora. Con un paio di cucchiai di parmigiano mantecare il tutto a fuoco spento, quindi servire in piatto con una bella spolverata di parmigiano, del peperoncino e una bella fetta di pane con un filo di olio extravergine di oliva nostrano. Abbinamento perfetto con un buon bicchiere di Aglianico del Taburno Rosato. Buon appetito e prosit!!!

Cena con trippa alla sudafricana

L'azienda vinicola sudafricana Allesverloren organizza per sabato 21 la cena "Pens & Pootjies" tutta a base di frattaglie, con piatti di trippa bovina, trippa di pecora, trippa di maiale ed intestini di pollo. Le pietanze saranno accompagnate da patate dolci, riso bianco, samp (chicchi di granturco secchi pestati al mortaio) ed insalata, il tutto abbinato ai vini rossi della casa. A seguire verrà servito un dessert tradizionale sudafricano. Il costo di partecipazione è di 135 Rand (circa 15 Euro) a persona, vino escluso, ed è obbligatoria la prenotazione (tel. 022.461.2253). L'azienda Allesverloren si trova nella vallata Riebeek a circa cento chilometri nord est di Cità del Capo, a piedi del Kasteelberg, nel cuore della regione dello Swartland.

Sagra del lampredotto e della trippa a Caiano

Sabato 21 agosto a Caiano, frazione di Castel San Niccolò, in provincia di Arezzo, la Polisportiva Caiano (0575.553003) organizza la Sagra del lampredotto e della trippa. La serata gastronomica si aprirà alle 19,30. L'evento è anche l'occasione per trascorrere una giornata alla riscoperta di un paese di antichi borghi di pietra alle pendici del Pratomagno, immerso nel verde delle foreste del Casentino. Castel San Niccolò trae nome e origini dall’omonimo castello dei Conti Guidi del tredicesimo secolo, uno dei più suggestivi di tutta la zona. Legato da sempre a Firenze e a Fiesole (alla cui diocesi tuttora appartiene), Castel San Niccolò venne amministrativamente unito alla Provincia di Arezzo nel 1859.

giovedì 12 agosto 2010

Concorso Vota la trippa

In occasione della Fiera annuale di San Bartolomeo si disputerà dal 25 al 27 agosto 2010 il concorso "Vota la trippa", una sfida gastronomica tra gli esercenti di Battaglia Terme, in provincia di Padova. L'evento, che può contare sul patrocinio dell'Assessorato comunale alle Attività Produttive (tel. 049.525.162), si prefigge di promuovere la cultura gastronomica a livello locale, di fare conoscere, apprezzare e valorizzare la preparazione, la storia ed il consumo di cibi popolari e di strada quali trippa, musso, baccalà, bisato ed altre pietanze notoriamente riconosciute come appartenenti alla cultura locale. Finalità del concorso è anche la proposizione di ricette nuove o dimenticate della gastronomia italiana, in particolare quelle che utilizzano ingredienti non più nell'uso comune, e comunque la valorizzazione della cucina nazionale.

God save the tripe

Nonostante il Regno Unito vanti una lunga tradizione per quanto riguarda il consumo di trippa, i macellatori bovini inglesi stanno perdendo quote di mercato nel resto d'Europa, ed in particolare in Francia, Spagna, Grecia ed Italia dove il quinto quarto viene tenuto in grande considerazione. Jean-Pierre Garnier, responsabile della Eblex, la società britannica che coordina l'esportazione di carne ovina e bovina nazionale, ha ammesso che la qualità della trippa inglese è inferiore a quella della concorrenza, soprattutto quella proveniente dall'America del Sud, non essendoci una richiesta sufficiente nel Regno Unito da convincere i macellatori ad adottare tecniche di lavorazione specifiche per il mercato straniero. Per il prossimo 8 settembre la Eblex ha dunque in programma una conferenza alla quale prenderanno parte le principali associazioni di categoria, al fine di studiare un approccio che sia al tempo stesso integrato, sostenibile e remunerativo per la lavorazione del quinto quarto, in vista anche di un possibile cambiamento nel marzo del 2011 della legge sui controlli obbligatori per i prodotti a rischio, quegli Strategic Risk Materials (teschio, occhi, cervello e spina dorsale degli animali) responsabili a suo tempo del morbo della mucca pazza. Illustrazione tratta dalla maglietta "God Save The Tripe" in vendita nel Tripe Store al prezzo di 25 dollari.

sabato 7 agosto 2010

Sagra della trippa e del prosciutto a Fimiani

È cominciata ieri a Fimiani di Castel San Giorgio (Salerno) l'undicesima edizione della tradizionale Sagra della trippa e del prosciutto, organizzata come ogni anno dall'Associazione Circolo San Giuseppe. In programma da venerdì 6 a lunedì 9 agosto 2010 la sagra è una delle manifestazioni salernitane più sentite. Il menù propone piatti di trippa alla fimianese (nelle tre varianti: con fagioli, con funghi, o in insalata) assieme ad altre specialità locali, come scamorza alla brace col prosciutto, lagane saltate con ceci e prosciutto, e caponata di pomodori con prosciutto e vino gratuito per tutti. Le serate saranno allietate da buona musica.

venerdì 6 agosto 2010

La trippa me la sorbisco in tazza

Dopo le magliette per gli appassionati di trippa, ecco un altro gadget per chi ama il menudo, la tradizionale zuppa di trippa alla messicana: per 11 sterline (al cambio, circa 13 Euro) un negozio virtuale su CafePress.com ha in vetrina un'ampia collezione di tazze personalizzate, da quella con il classico messaggio "I love menudo" a quelle più curiose che recitano invece "Sto facendo una dieta di menudo" o "Divoratore professionale di menudo". Curioso abbinamento questo, visto che, se pure zuppa, il menudo non si sorbisce in tazza.

martedì 3 agosto 2010

Festa pezzetti te cavallu e trippa

L'Associazione culturale Nuovi Orizzonti organizza da sabato 7 a lunedì 9 agosto 2010 la tradizionale Festa pezzetti te cavallu e trippa a Strudà di Vernole, in provincia di Lecce, una sagra che propone appunto piatti tipici salentini come la trippa al sugo, i pezzetti di cavallo, pittule e bruschette. Da oltre dieci anni, l'associazione Nuovi Orizzonti è impegnata nella valorizzazione e sviluppo del territorio attraverso la riscoperta delle tradizioni popolari comprese quelle culinarie. Come ogni anno la Festa della trippa si ripropone come un trionfo del piatto, cucinato da abili cuoche, che riesce a convogliare a Strudà circa trentamila visitatori. Le serate saranno allietate da musiche del Gruppo Folk 2000 e degli Alla Bua il sabato, degli Zimbaria e dei Rewind la domenica, e dell'Orchestra del Mare e degli Scianari il lunedì. Maggiori informazioni si possono ottenere telefonando al 389.182.54.48.