lunedì 21 dicembre 2009

Trecentomila sterline per la trippa scozzese

Nell'ambito di un progetto mirato alla promozione del quinto quarto, il governo scozzese ha pubblicato un prontuario sui pregi della trippa, una guida indirizzata agli addetti alla lavorazione carni nella quale si trovano consigli, istruzioni, ed anche i dati di uno studio che permette di valutare i vantaggi della produzione della trippa, altrimenti considerata uno scarto della macellazione. L'iniziativa ha un costo di poco meno di 350.000 Euro.
SCOTTISH PROCESSORS
URGED TO REDISCOVER
TRIPE SKILLS

Tripe experts from all over the world have been consulted by Quality Meat Scotland during the creation of a new guide to help processors realise the potential of this type of offal. The new tripe guide is one part of a £300,000 Scottish Government funded project to rekindle the trade in red meat products from what is known as "the 5th quarter" – the non-lean meat parts of the carcase such as offal and cheeks. The project is also seeing specialists in offal harvesting visiting processors throughout Scotland and offering practical advice and demonstrations. If successful, it could help generate an extra £3 million a year for the Scottish red meat industry and see Scotland leading the UK in capitalising on 5th quarter opportunities. In many parts of the world, including continental Europe, tripe (the offal from the stomachs of cattle and sheep) is viewed as a delicacy, featuring in dishes as diverse as Andouille sausages in France and the Pho in Vietnam. As British food-lovers become more adventurous in their tastes there is growing interest in tripe here and the latest guide is part of a unique manual offering a step-by-step account of the forgotten craft of processing fifth quarter products. The guide, being distributed to Scottish meat processing companies, gives easy to follow advice on how to harvest, process and quality check tripe destined for human consumption and fully realise the value of this high quality product. It also contains a time study to enable processors to fully evaluate the cost effectiveness of investing in harvesting tripe for sale and diverting it from waste. If harvested properly and efficiently, not only do processors gain a profit from utilising all the parts of the carcase, not just the lean meat, it also saves them expensive costs for disposal, and this project will play a vital role in demonstrating the latest techniques and technologies to all Scottish abattoirs. Andy McGowan, Head of Industry Development for Quality Meat Scotland, said: "Tripe is a valuable, nutritious product which offers opportunities both in the domestic and export markets. Every part of the animal - from the fillet to the offal - has been raised to the same world leading assurance standards, so it's a real waste for companies to be paying to dispose of parts of the animal which are recoverable and marketable. In a time which has seen profit margins at the processing stage squeezed, it's of critical importance for companies to see where they can increase income, increase efficiency and cut costs, and the recovery and sale of fifth quarter products ticks all these boxes". Environment Minister Roseanna Cunningham said: "This support from Scottish Government gives processors a real opportunity to realise millions of pounds of extra revenue and shows our commitment to enabling businesses to play their part in cutting waste. Maximising the full economic value of the carcase makes sense on all levels, it generates additional income and reduces waste, thereby helping to deliver our goal of a sustainable future for the Scottish red meat industry."
Fonte: www.qmscotland.co.uk.

Sopa de mondongo nicaragüense

Fra le ricette internazionali su TroppaTrippa.com ho aggiunto quella della sopa de mondongo nicaragüense, la zuppa a base di trippa che è il piatto nazionale del Nicaragua. Clicca qui per leggere l'articolo completo.

domenica 20 dicembre 2009

Busecca in umido della mezzanotte di Natale

A cinque giorni da Natale ho pensato di ripubblicare su TroppaTrippa.com la ricetta tradizionale della busecca in umido della mezzanotte di Natale, che gli abitanti del Comune brianzolo di Vimercate sono soliti mangiare al ritorno dalla Messa della vigilia. La ricetta si trova anche all'interno del volume "Ricette regionali di trippa" che è possibile acquistare a soli 10 Euro sempre sul sito di Troppa Trippa. Buone feste!

sabato 19 dicembre 2009

Pizza con trippa a Roma

Alessio Leone, nel suo blog "Hoppy-Hour - Pagine di ricerca birraria" ha pubblicato un articolo nel quale commenta la scoperta di un locale che offre pizza con trippa:
UNA PASTA LIEVITATA
E UNA BIRRA DECENTE,
POI SPEDITEMI ALL'INFERNO

Seriamente. Il binomio perfetto da portare nella bara, quantomeno la mia. Roma, via della Meloria: il nome da cercare Pizzarium - che suona un po' come "arena senza esclusione di colpi", ma così è. Pizze degne di tal nome, fritti di tradizione, birra artigianale. Non mi soffermo su dettagli culinari superflui (e questo non è un blog sul cibo, giusto?), limitandomi alla descrizione della foto: pizza rossa con trippa alla romana e pecorino + Dark Star Sunburst, golden ale poco golden che strizza l'occhio oltreoceano. Altri copiosi assaggi sono stati innaffiati con Hardcore IPA storta, piatta e burrosa, e Trentatre Dorata, semplicesemplice-buonabuona. Annate, magnate, bevete, peccate! Poi se vorrete il Vaticano sarà a due passi, e potrete scegliere la redenzione (oppure no, a seconda delle credenze).

venerdì 18 dicembre 2009

Another one bites the tripe

L'americana Carol Blymire, autrice di un blog nel quale racconta le sue esperienze gastronomiche nel preparare, una per una, tutte le ricette del libro "Alinea" (come già avevea fatto con il suo "French Laundry at home"), sta raccogliendo fondi per l'associazione benefica Share Our Strength, e per far questo si è impegnata in una serie di scommesse a seconda della quantità di donazioni raggiunte. Al momento ha già perso le prime tre: dopo aver raccolto i primi 1000 dollari ha dovuto mangiare un ciuffo di prezzemolo cinese (cilantro). Raggiunti i 2500 dollari, è stata invece la volta di sei ostriche crude. Un paio di giorni fa, quando le donazioni hanno superato i 5000 dollari, ha perso la terza scommessa ed ha dovuto confrontarsi con la trippa, che gli Americani - ignari per la maggior parte di abitare nella patria della squisita Philadelphia pepper pot soup - associano piuttosto a cibo per cani. Dapprima titubante, ha tenuto fede alla sua promessa e non solo ha assaggiato tremante la trippa (preparata alla parmigiana), facendosi coraggio davanti alla telecamera che filmava l'avvenimento, ma si è accorta che era tutto sommato deliziosa ed ha letteralmente ripulito la scodella.


Adesso, altre e più difficili o imbarazzanti prove attendono la simpatica Carol se le donazioni continueranno a fioccare. Nell'ordine: mangiare sedano non condito (al raggiungimento dei 6500 dollari), ballare il tip tap di fronte alla Casa Bianca (8000 dollari), mangiare granchio ed il frutto asiatico del durione dall'odore acre e pungente (10.000 dollari), farsi filmare mentre canta una canzone al karaoke (12.500 dollari), lavorare come sguattera in un ristorante (15.000 dollari), invitare uno dei benefattori a cena al ristorante Alinea (30.000 dollari), e se la somma delle donazioni raggiunte supererà i 100.000 dollari cambiare addirittura (e legalmente) il proprio nome in Alinea Blymire.

martedì 15 dicembre 2009

Cala ancora il prezzo della trippa nel mondo

Secondo le stime della Meat & Livestock Australia, agenzia che offre servizi di marketing e di ricerca per 46,500 allevatori di carni rosse, il prezzo delle frattaglie, è stato relativamente basso nel mese di novembre. La trippa, assieme a cuore e polmoni, si è rivelata meno costosa rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, con una caduta di prezzo dell'11% che ha abbassato il costo a 1.95 dollari al chilo. Anche in Giappone i prezzi sono calati, nonostante l'avvicinarsi del periodo di maggior consumo (dicembre/gennaio). Il rumine è adesso sufficientemente economico (3.22 dollari al chilo) da scoraggiare presso alcuni produttori il fenomeno dello stoccaggio. Sono invece saliti leggermente i prezzi nel Medio Oriente, dove è cresciuta la domanda di frattaglie sia bovine che ovine e caprine. Fonte: http://www.meattradenewsdaily.co.uk/news/151209/australia___beef_and_lamb_offal_prices.aspx.

lunedì 14 dicembre 2009

Salvate le vasche del trippaio

L'associazione Pudsey in Bloom (Pudsey in fiore) è nata nel maggio del 2003, allo scopo di rendere più gradevole ed accogliente l'omonima cittadina inglese mediante la creazione di angoli verdi e l'installazione di fioriere, iniziative queste che le hanno fatto conquistare lo scorso anno il secondo premio nella competizione regionale per giardinieri dello Yorkshire. Ma due di queste fioriere, più di ogni altra, fanno parte della memoria collettiva paesana: si tratta infatti di vasche da bagno in metallo delle fine dell'Ottocento che Job Ross, il trippaio del luogo, utilizzava nel retrobottega per lavare la trippa prima di metterla in vendita. Un pezzo di storia minore che l'associazione Pudsey in Bloom sta ora cercando di salvare dal disfacimento e dall'oblio. Il locale circolo davanti al quale queste "bizzarre" fioriere erano collocate, è stato infatti demolito per far posto alla nuova stazione degli autobus di prossima costruzione: le vasche sono state però prontamente rimosse e saranno presto riutilizzate per abbellire nuovamente la cittadina inglese. Questo l'articolo originale pubblicato sul blog di Pudsey in Bloom qualche giorno fa:
Saturday, 12 December 2009
THE FATE
OF THE TRIPE BATHS!

Many Pudsey folk may be completely unaware of the two old tripe baths that for years have been in situ in front of the leisure centre and lovingly planted up each year. There is history attached to these baths as they once lived in a shop owned by Job Ross in Lowtown, he was the local tripe dresser and the tripe he would sell to his customers was washed in the baths. This was many years ago and after he passed on they were given a new home as flower pots... bizarre maybe, but some folk are very attached to them. Now with the building of the new bus station, the baths had to come out and Pudsey In Bloom have been trying their best to avoid them being destroyed and are trying to find them a new home. A local building company, Farmac, have kindly offered to move them for us and store them until we can find them a new home. Keep checking for updates on the tripe baths!! Here iss a photo of them in their old home in front of the leisure centre, and in a rather sorry state, amongst the rubble that will be Pudsey's new bus station.
Fonte: http://bloomingpudsey.blogspot.com.

venerdì 11 dicembre 2009

Menudo per tutti nel New Mexico

Sono cominciati ieri i festeggiamenti della Vergine di Guadalupe e proseguiranno fino a domani. La processione religiosa è in programma dalle 18 alle 19 di stasera, ed a seguire distribuzione di menudo fino alle mezzanotte presso i locali della parrocchia della chiesa di St. Genevieve (qui sopra in una foto della fine dell'Ottocento) che ha sede a Las Cruces, nello stato americano del New Mexico. Dopo la tradizionale zuppa di trippa messicana, gli indiani delle tribù di Piro, Manso e Tiwa intratterranno i presenti con una danza che proseguirà fino alle due del mattino successivo. La statua della Vergine di Guadalupe sarà conservata nella chiesa fino al primo di gennaio, e quindi un'altra processione provvederà a riportarla alla sua collocazione originale dove resterà fino al prossimo dicembre.

giovedì 10 dicembre 2009

Sagra della ribollita e del lampredotto

La Fratellanza Popolare di San Donnino organizza per i prossimi due fine-settimana la Sagra della ribollita e del lampredotto, inserita nell'ambito del Mercatino di Natale allestito nel centro della cittadina. L'occasione per gustare queste due specialità fiorentine sarà sabato 12 e domenica 13 dicembre, e sabato 19 e domenica 20 dicembre, a partire dalle ore 19.30 presso i locali di via delle Molina 56/B, a San Donnino, in provincia di Firenze. Maggiori informazioni possono essere richieste telefonando allo 055.899.211.

martedì 8 dicembre 2009

Festa dos Callos in Galizia

Domenica 6 dicembre la parrocchia di Matalobos, nella città spagnola di A Estrada, in Galizia, nell'ambito delle festività patronali di Santa Baia, ha organizzato la quarta edizione della Festa dos Callos de Matalobos, quest'anno penalizzata dal maltempo. A dispetto della pioggia battente sono state servite 450 porzioni di trippa che hanno impegnato un team di ventisei cuochi nella cottura di quaranta chili di trippa, settanta chili di zampetti di maiale e novanta chili di ceci.

lunedì 7 dicembre 2009

Trippa e rompope per stare leggeri

Processione messicana de Las PosadasIl menudo, la tradizionale zuppa di trippa dell'America Latina, ha un posto d'onore nelle festività natalizie del Messico. Le celebrazioni cominciano il 16 dicembre con las posadas, ovvero processioni che ogni giorno per nove giorni ricordano il faticoso viaggio a Betlemme di Giuseppe e Maria. Queste cerimonie religiose culminano con la Noche buena, la vigilia di Natale. La notte del 24 dicembre, dopo i fuochi artificiali che annunciano la nascita di Gesù, la posada conclusiva, e la Misa de gallo (la messa del gallo), i messicani festeggiano con un banchetto tradizionale a base di menudo, peperoni ripieni, maiale arrosto, tamales, riso, e rompope (una specie di zabaglione preparato con tuorli d'uovo, vaniglia, cannella, mandorla macinata, latte, zucchero e liquore), prima di collocare definitivamente la statuetta del Bambino Gesù nella mangiatoia del presepe di casa.

giovedì 3 dicembre 2009

Jornadas de los callos de Noreña

Giornate gastronomiche della trippaSabato 5 e domenica 6 dicembre si svolgerà nella città spagnola di Noreña, in Asturia, la sagra delle "Jornadas gastronómicas de los callos de Noreña" (Giornate gastronomiche della trippa di Noreña), appuntamento annuale di ogni primo fine settimana di dicembre. Saranno trentatre i ristoratori che parteciperanno all'evento cucinando tre tonnellate e mezzo di trippa per un numero di commensali che si stima sarà di diecimila persone.

martedì 1 dicembre 2009

Siamo a dicembre

Siamo a dicembre e per entrare in sintonia con lo spirito natalizio, cosa di meglio della lettura dei "Racconti di Natale" ("The Christmas Books") di Charles Dickens, magari davanti al caminetto acceso? In particolare consiglio la novella "Le Campane" ("The Chimes") che viene subito dopo il ben più popolare "Canto di Natale" ("A Christmas Carol"). Il motivo è facile da immaginare: si parla di trippa, che uno dei personaggi, il signor Filer, calcola venga "a costare assai più dell'ananas". Per saperne di più su questo insolito commento, e scoprire in quali altri racconti il famoso autore inglese abbia citato il quinto quarto, rimando all'articolo La trippa di Charles Dickens pubblicato recentemente su TroppaTrippa.com. Buona lettura e buone feste!