lunedì 9 marzo 2009

Attentato al trippaio di piazza de' Nerli

Riporto l'articolo "I commercianti chiedono le telecamere contro i vandali" di Luisa Pampaloni apparso oggi sul quotidiano gratuito d’informazione "MetroNews", edizione di Firenze:
Il panino al lampredotto torna in piazza de’ Nerli dalla prossima settimana dopo il raid che ha distrutto lo storico chioschino nella notte tra il 18 e il 19 febbraio. Il proprietario Simone Balleggi non si è lasciato abbattere e si è attivato per riprendere la sua attività al più presto: "Il nuovo baracchino arriverà tra quattro mesi, ma riprendo subito a vendere i miei panini". I commercianti e gli abitanti della zona organizzano intanto una cena di solidarietà, il 18 marzo al torrino Santa Rosa alla Rondinella: "Servirà a finanziare una nuova associazione per la difesa di San Frediano" spiega Alfonso della pizzeria Il Tiratoio che ha avuto danni alla saracinesca quella stessa notte. E aggiunge: "Vogliamo chiedere al Comune delle telecamere, una sorveglianza maggiore. Siamo stanchi di tutti questi incendi, i motorini in piazza del Carmine, le vetrine danneggiate. Dobbiamo dire basta". Inizialmente era stato proposto che i proventi della cena andassero al chioschino del lampredotto, ma il diretto interessato dice: "Non trovo giusto che mi prenda io i soldi. La cena è per tutto il rione. In tanti hanno avuto dei danni. Dobbiamo chiedere più sicurezza per tutti". I commercianti escludono che si tratti di vendette: "Nessuno ha mai ricevuto minacce. C’è qualche vandalo che gira tranquillo".

Nessun commento: