martedì 30 dicembre 2008

Mei mór d'indigistion che crappè d'fam

Nelle Filippine sta riscuotendo un successo virale - e mai aggettivo venne usato più a proposito - una recente pubblicità per il Domperodone Motilium, un medicinale che cura i sintomi dell'indigestione. Nello spot televisivo viene mostrata la presidente Gloria Macapagal-Arroyo impegnata in una cena di Stato nientemeno che con il neo-eletto presidente americano Barack Obama (ovviamente si tratta in entrambi i casi di attori), al quale vengono offerte le pietanze tipiche locali. Fra le specialità culinarie delle Filippine, viene portata in tavola anche una scodella di kare kare, un piatto a base di trippa, coda vaccina e burro di arachidi: l'ospite nel suo inglese stentato assicura a Barack che si tratta di manzo ("Is ox"), frase che invece viene equivocata come un invito ad avvicinarsi in tutta tranquillità al piatto inusuale ("Is ok"). Va da sé che al primo boccone di trippa Barack Obama viene colto da impatso, che nella lingua tagalog significa appunto "bruciore di stomaco" con grande preoccupazione delle sue guardie del corpo, ma tutto si risolve con una pasticca di Domperodone. Restiamo sempre dell'idea che sia meglio una bella indigestione di busecca straniera che patire la fame, come ci ricorda il proverbio piacentino "Mei mór d'indigistion che crappè d'fam", ma se non fosse che la trippa ancora una volta viene presentata sotto una luce decisamente negativa, dovremmo toglierci tanto di cappello per l'intelligente promozione pubblicitaria.

Nessun commento: